Obiettivi formativi

Il corso si propone di fornire conoscenze avanzate inerenti la presa in carico delle persone con disabilità che intendono svolgere un’attività motoria adattata, a partire dall’età evolutiva, in ambito scolare e pre-scolare, e conoscenze tecniche di classificazione funzionale nell’ambito dell’esercizio fisico sportivo d’alto livello con persone con disabilità motorie, sensoriali, intellettive/relazionali.  Inoltre il corso, ha l’obiettivo, partendo quindi dalle conoscenze di base, quello di far acquisire le competenze specifiche di progettazione, conduzione e gestione delle attività motorie adattate per i disabili attraverso una approfondita conoscenza delle metodologie e delle tecniche dell’educazione motoria per disabili con specifici riferimenti alla letteratura scientifica.

Programma:

Nuova Definizione di “Disabilità” secondo l’ICF (2001) e Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità (2007);

Principi costituzionali e legislazione  scolasticaitaliana in materia di alunni con disabilità: individuazione dell’alunno con Disabilità e Bisogni educativi Speciali: quando, comee perché il PEI e/o il PDP:

Alunno Disabile, valutazione funzionale ed. Fisica e Sport Integrato;

Teorie, Tecniche e Metodologia dell’Attività Motoria Adattata:

dalla Valutazione funzionale alla progettazione di Unità Didattiche

·         Dall’Attività Motoria Adattata allo Sport d’Alto livello: il CIP e Classificazione funzionale di sport individuali e sport di squadra:

Nuoto paralimpico

Basket in carrozzina

Paratriathlon

Testi consigliati:

·         “ICF: Classificazione del Funzionamento della Disabilità e della Salute dell’OMS”, Erikson, 2001

·         “La diagnosi funzionale secondo l’ICF, il modello OMS, le aree e gli strumenti” D. Ianes, Erikson, 2012

·         “Psicologia e Disabilità” Isabella Ottavi, Maria Cecilia Gioia, Manuale CIP, 2000.

·         “Psicologia, sport e diverse abilità”, Ottavi Isabella e Gioia M. Cecilia, 2006 FISD

·         “L’educazione degli handicappati, dai primi tentativi alla pedagogia moderna”, Andrea Canevaro, Jean Gaudreau, 1988.

·         “Sport con Disabili Mentali”, Luciano Orsatti, Società Stampa Sportiva.

·         “Lo spirito creativo”, Daniel Goleman, M. Ray, P. Kaufman.

·         “Educazione e Sviluppo della Mente, Intelligenze Multiple e Apprendimento”,  H. Gardner, 2005 Erickson.

·         “9 volte intelligenti, Favole, giochi e attività per sviluppare le intelligenze multiple nella scuola dell’infanzia” Rosalba Corallo, Erickson, 2013

·         “Le tre intelligenze, come potenziare le capacità analitiche, creative e pratiche” Sternberg, Spear-Swerling, Erikcson, 2008

·         “Una vita imprudente. Percorsi di un diversabile in un contesto di fiducia”Claudio Imprudente, Erickson2005.

·         “Nati due volte”2005, Giuseppe Pontiggia.

·         “I disabili e lo sport”, Manuale CIP 2007.

·         “Metodi e tecniche nelle attività sportive per l’handicap: Il Nuoto”, R. Vergole, D. Unterhuber  Manuale CIP I° Corso Nuoto Disabili FIN-CIP, 2006.

·         “Guida al sistema di classificazione funzionale IWBF per i giocatori della pallacanestro in carrozzina”, Commissione Classificazioni IWBF dicembre 2004.

·         “Elementi di basket in carrozzina” B. Sivestri, 2006.

·         “Il basket in carrozzina” Duccio Piras e Alvaro Carboni, Marchesi Grafiche Editoriali, 1999

·         “Handicap e sport, medicina sportiva per atleti disabili”, Luca Michelini, Società Editrice Universo- Roma

·         “La medicina riabilitativa, per la Facoltà ed i Corsi di Laurea in Scienze Motorie”, Caruso, Foti, SEU Roma, 2009

·         “Field tests for evaluatingelitewheelchair basketball players” Brunelli, Trabbalesi, Averna, Porcacchia, Polidori, Di Carlo, di Giusto, Marchetti, IWBF Europe Fondazione Santa Lucia, 2006

·         “Sport per tutti…spazio ai disabili”, Silvia Ghirlanda, 2003 Edizioni del Cerro

·         “Come educare il potenziale umano”, Maria Montessori, 1943, garzanti Editore, 1948, 1970, 1992, 2007.

·         “La mente del bambino”, Maria Montessori, 1943, Garzanti Editore, 1948, 1970, 1992, 2007.

·         “La scoperta del bambino” Maria Montessori, 1948, Garzanti Editore 1970, 2007

·         “Dalla parte dell’educazione, le voci di chi crede nel valore dell’Educazione tutti i giorni della vita”, Andrea Canevaro e Dario Ianes, 2005 Erickson.

·         “Le logiche del confine e del pensiero, una pedagogia dell’inclusione” Professione insegnante, Andrea Canevaro, 2006 Erckson.

·         “Diversabilità, storie e dialoghi nell’anno europeo delle persone disabili”, Andrea Canevaro e Dario Ianes, 2003 Erickson

·         “Linee guida per l’autismo, Diagnosi e interventi”, SINPIA, Erickson, 2011

Risultati di apprendimento attesi:

–          Aver acquisito la conoscenza delle normative più importanti in materia di trattazione della disabilità in Italia a livello scolastico ed extra-scolastico, le procedure di individuazione dei soggetti con disabilità ai fini dell’attivazione delle risorse e delle strategie d’intervento, le teorie e le metodologie inerenti le attività motorie adattate alle diverse disabilità, conoscenza del processo di classificazione funzionale degli atleti disabili relativi agli sport paralimpici più rappresentativi. 

–          Aver approfondito le conoscenze attraverso la consultazione della letteratura scientifica relativa allo sport-disabili

–          Aver acquisito la competenza della progettazione delle attività motorie adattate per disabili a carattere educativo presso istituzioni o enti sportivi specializzati.

Modalità di accreditamento dei risultati di apprendimento acquisiti dallo studente:

         Tutti i contenuti trattati saranno oggetto di valutazione.

In itinere e al termine del corso la valutazione delle competenze acquisite dallo studente        avverrà in forma scritta o attraverso un colloquio orale, al fine di valutare il raggiungimento degli obiettivi previsti, le conoscenze, le competenze di valutare e progettare le  diverse attività motorie in relazione delle specifiche esigenze delle persone con disabilità.

Come si svolge l’esame

La valutazione finale potrà avvenire in modalità scritta e/o orale nelle date d’appello previste dall’Ateneo e pubblicate attraverso piattatforma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.