INFORMAZIONI GENERALI

Obiettivi dell’Insegnamento:

Il corso prevede l’acquisizione da parte dello studente delle conoscenze di base della metodologia dell’allenamento necessarie per organizzare e pianificare il training fisico. L’obiettivo specifico, invece, è quello di portare lo studente a trasferire questi apprendimenti al modello prestativo tipico del calciatore. Sarà, infatti, analizzata la performance del giocatore durante la partita come punto di partenza per pianificare al meglio l’allenamento. Saranno infine illustrati i principi dell’allenamento, con e senza palla, e le metodiche di prevenzione degli infortuni indispensabili per i calciatori. Questo per consentire allo studente di programmare e gestire in modo ottimale un piano di lavoro funzionale.

Programma:

Che cos’è l’allenamento

Il carico dell’allenamento

I mezzi di allenamento

I meccanismi energetici (cenni)

Che cosa si intende per:

Il muscolo e la Forza Muscolare

Il modello prestativo del calciatore

L’allenamento della resistenza nel calciatore

L’allenamento delle qualità lattacide nel calciatore

Quale velocità è utile allenare nel calciatore

I test di valutazione per il calciatore

L’allenamento della Forza per il calciatore

L’allenamento in età evolutiva

Il riscaldamento

Gli infortuni nel calcio: dall’epidemiologia alla prevenzione

La fatica e la d.o.m.s (Delayed Onset Muscle Soreness)

L’evoluzione della preparazione atletica nel calcio

L’uso del GPS nell’allenamento del calciatore (perché è utile)

Testi consigliati:

Ferretti F., Arcelli E., Bisciotti G.N., et al:”L’allenamento fisico nel calcio” – Edizioni Correre;

Tibaudi A.: “L’allenamento fisico per ruoli” – Edizioni Correre

Sartini V. Borri F. Ferretti F. “La preparazione precampionato” – Edizioni Correre

Millefanti A.,Trecroci A., Bianchi M. “Il precampionato dei giovani” –  Edizioni Correre

Andorlini A. “Muovere l’allenamento” – Edizioni Correre

Roi GS. “I test di valutazione funzionale ne calcio” – Edizioni Correre

Sannicandro I. Cofano G. “Small Sided Games” – Edizioni Correre

Gatti P. Vulcano L. “ La periodizzazione tattica” – Edizioni Correre

Sannicandro I. Traficante P.  “Hamstring” – dal rischio dell’infortunio alle strategie di prevenzione – Edizioni Correre

Risultati di apprendimento attesi (secondo i descrittori di Dublino):

-aver acquisito  la conoscenza delle basi della metodologia dell’allenamento

-aver approfondito il modello prestativo del calciatore

-aver acquisito le nozioni indispensabili per la pianificazione di un allenamento per il calciatore

-aver acquisito la capacità di sintesi e correlazione tra i vari argomenti

-aver acquisito la capacità di interpretazione della performance fisica del calciatore

MODALITA’ DI ESAME, PREREQUISITI, ESAMI PROPEDEUTICI

Modalità di accertamento dei risultati di apprendimento acquisiti dallo studente (secondo i descrittori di Dublino):

La valutazione prevede l’identificazione del raggiungimento degli obiettivi previsti ed in particolare saranno valutati:

-il grado di conoscenza della degli argomenti trattati

-la capacità di analisi del modello prestativo del calciatore

-la capacità di valutare e stilare un programma di allenamento in relazione alle ipotesi indicate

Come si svolge l’esame

L’esame si baserà prevalentemente sulle lezioni dell’intero corso inserite nella piattaforma. Sarà scritto e composto da un questionario di 31 domande con risposte sia aperte che chiuse.

Il voto verrà determinato dal numero di risposte corrette: ogni risposta esatta corrisponde ad 1 punto; 31 risposte esatte, 30 e lode. Ogni risposta errata corrisponderà a -1 punto; le risposte lasciate in bianco, invece, non determinano nessun punteggio.

Il candidato, il cui compito è risultato sufficiente, potrà (su sua decisione) sostenere una prova orale per migliorare la votazione del compito scritto.

Prova scritta

-31 domande con risposte chiuse (in prevalenza) e aperte

– ad ogni risposta errata viene assegnato il punteggio di -1

– ad ogni risposta corretta chiusa viene assegnato un punteggio di + 1

– ad ogni risposta corretta aperta viene assegnato, in base qualità della risposta stessa, un punteggio di 0,25; 0,50; 0,75; 1.

Le risposte non date non verranno conteggiate (0 punti)

Sarà obbligatorio rispondere ad almeno 25 domande.

La prova orale (eventuale) e facoltativa, consisterà in un colloquio della durata massima di 10 minuti per studente

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

Attività didattiche previste

Le attività di didattica, suddivise tra didattica erogativa (DE) e didattica interattiva (DI), saranno costituite da 10 CFU e ripartite secondo una struttura di almeno 2,5 ore di DE (tenuta in considerazione la necessità di riascolto) e di 1 ora di DI per ciascun CFU.

Attività didattica erogativa (25 ore):

Attività didattica interattiva (10 ore):

L’articolazione tra DE e DI, per ciascuna unità didattica, sarà organizzata coerentemente con gli obiettivi formativi specifici di ciascun modulo. Ad ogni modo, in tutte le unità didattiche saranno garantite almeno un’ora di DE e un’ora di DI.

Attività di autoapprendimento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.