INFORMAZIONI GENERALI

Obiettivi formativi

Il Corso “Tecniche di Progettazione Europea” si propone di far acquisire le giuste conoscenze e competenze sulle modalità di redazione e gestione dei Progetti Europei finanziati da fondi diretti ed indiretti. Sempre più spesso i datori di lavoro privilegiano le risorse umane che sappiano destreggiarsi nel campo della progettazione comunitaria sia essa diretta che indiretta; tale ambito di fatto non attiene ad un solo settore specifico ma, al contrario di quanto si possa credere, è ampliamente multisettoriale ed offre importanti opportunità economiche, quindi di sviluppo, in tutti i campi lavorativi. Risulta quindi fondamentale acquisire delle competenze teoriche e pratiche sui finanziamenti europei, sulle modalità di accesso ad essi e sulle tecniche per la redazione e gestione dei progetti; tali conoscenze saranno in seguito ben rispendibili nel mercato del lavoro.

La finalità principale del corso è, dunque, quella di favorire piena conoscenza degli strumenti di finanziamento della programmazione, delle tecniche per il successo nella presentazione dei bandi Europei, mediante l’acquisizione delle capacità di partecipazione e comprensione degli stessi. Grazie alla trasmissione di concetti e competenze fondamentali riguardanti la strutturazione dell’UE, i principali fondi europei (diretti ed indiretti), i cicli di progetto e introduzione al Project Cycle Management, le metodologie di progettazione e gestione, la nuova programmazione comunitaria 2014-2020, gli studenti acquisiranno la capacità di redigere una proposta progettuale di qualità. Tutto questo al fine di costruire progetti tematici in grado di finanziare il raggiungimento di obiettivi in diversi ambiti.

Risultati di apprendimento attesi

Conoscenza e capacità di comprensione:

Lo studente avrà conoscenza degli strumenti teorici e metodologici necessari per la corretta conoscenza dei fondi comunitari della programmazione 2014 2020; comprensione delle potenzialità e dei rischi connessi all’utilizzo delle risorse della finanza agevolata europea; conoscenza delle piattaforme per lo sviluppo dei progetti europei.

Competenze richieste al fine di applicare conoscenza e comprensione:

Lo studente dimostrerà l’acquisizione delle conoscenze riguardanti l’uso delle principali piattaforme di progettazione ed il web; la capacità di utilizzare gli strumenti per realizzare ricerche sul web; la comprensione del funzionamento delle principali piattaforme web della programmazione europea; la capacità di utilizzare gli strumenti di navigazione e ricerca nel web nell’ambito della progettazione europea.

Capacità richieste al fine di raccogliere e interpretare i dati ritenuti utili a determinare giudizi autonomi:

Allo studente saranno forniti alcuni principi di valutazione dei bandi europei in modo da essere in grado di valutare quelli maggiormente performanti e funzionali alle necessità. Lo studente sarà in grado di formulare un progetto a valere dei fondi indiretti.

Capacità richieste per comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni:

Lo studente saprà mostrare capacità relazionali nell’approccio al project management e al team building; capacità di motivare all’attività di ricerca prendendo come riferimento best practice della progettazione europea; capacità di descrivere e commentare le conoscenze acquisite, adeguando le forme comunicative agli interlocutori

Capacità di apprendimento richieste per intraprendere studi successivi con un alto grado di autonomia:

Lo studente svilupperà capacità di approfondimento delle conoscenze acquisite e di apprendere in modo autonomo gli sviluppi e gli aggiornamenti dei bandi europei. In particolare, acquisirà la capacità di rilevare le politiche di programmazione europea, diretta e indiretta, nonché la capacità di aggiornamento attraverso la consultazione di siti web e di piattaforme all’uopo dedicate.

Obiettivi formativi nel contesto dei risultati di apprendimento previsti dal CdS

Gli studenti acquisisranno la terminologia tecnica e i principi teorici di base della progettazione europea. Dovranno, inoltre, essere in grado di applicare le conoscenze acquisite nella progettazione europea, secondo le regole e la normativa propria di ogni programma di riferimento.

PROGRAMMA DEL CORSO

Il programma del Corso è articolato su tre Sezioni formative così strutturati:

Sezione I: Conoscenze base:

La Programmazione UE 2014 – 2020

La Politica di coesione – Gli obiettivi tematici

La Politica di Coesione 2014 – 2020-

Project Management

Sezione II: Conoscenze tecniche e metodologiche sui fondi diretti:

I PON – i Programmi Operativi Nazionali

Il PON Impresa & Competitività

Gli Strumenti di ingegneria finanziaria

Il PON Ricerca e Innovazione

Il PON Scuola 2014 2020

La Cooperazione Territoriale Europea

Sezione III: Conoscenze tecniche e metodologiche sui fondi indiretti:

Horizon 2020

Testi consigliati

Manuale di progettazione e compendio di programmazione europea per università e centri di ricerca Volume 1 e Volume 2 di Valter Pagani- La Feltrinelli

MODALITÀ DI ESAME, PREREQUISITI, ESAMI PROPEDEUTICI

Obiettivi della prova e modalità di accertamento dei risultati di apprendimento acquisiti dallo studente

L’acquisizione dei risultati di apprendimento previsti viene accertata attraverso test di autovalutazione in uscita dal corso a risposta chiusa ed elaborati da consegnare prima dell’esame.

Le modalità di accertamento finale prevedono l’esecuzione di una prova scritta e/o orale da svolgere in presenza.

Parametri di valutazione esame:

– Coerenza degli elaborati della prova scritta con i temi proposti durante il corso

– Valutazione durante la prova orale circa la assimilazione della combinazione dinamica di capacità cognitive e metacognitive, di dimostrazione di conoscenza e comprensione, di capacità intellettuali e pratiche acquisite dalla fruizione delle lezioni.

Il livello di valutazione minimo (18/30) è attribuito quando lo studente dimostra una parziale conoscenza degli argomenti derivante da uno studio non approfondito e una debole capacità di esposizione autonoma. Il livello di valutazione massimo (30/30) è attribuito quando lo studente dimostra un’eccellente esposizione, ottime capacità di analisi e sintesi unite a buone capacità di rielaborazione personale. L’obiettivo delle prove è quello di verificare l’acquisizione dell’apprendimento delle tecniche di base di partecipazione ai bandi delle politiche europee con particolare attenzione alla politica di coesione, al fine di verificare il livello  di  competenza formata e di verificare la conoscenza e le competenze acquisite delle nozioni esposte durante le lezioni e l’acquisizione delle abilità tecnico pratiche necessarie allo svolgimento delle prove scritta.

Propedeuticità

Non sono previste propedeuticità.

Prerequisiti

Non sono previsti prerequisiti dello studio di altre materie

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

Attività didattiche previste

Le attività di didattica, suddivise tra didattica erogativa (DE) e didattica interattiva (DI) coprono un minimo di 6 ore per CFU ripartite tra DE e DI. In particolare per ogni CFU saranno offerte almeno 5 ore di DE e 1 ora di DI.

Attività didattica erogativa (30 ore):

30 lezioni frontali videoregistrate e sempre disponibili in piattaforma

Attività didattica interattiva (10 ore):

Ricevimento studenti                                                  

Il docente è sempre reperibile via mail o tramite il forum “Comunica col docente” presente in piattaforma didattica. Nella pagina dell’insegnamento sono disponibili orari di ricevimento e contatto per comunicazioni in videoconferenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.