Obiettivi formativi

Il corso intende fornire gli strumenti teorici e metodologici necessari per riconoscere le coordinate storico-culturali entro le quali si forma e si esprime la produzione artistica del XV e del XVI secolo, cogliendone gli aspetti specifici relativi alle tecniche, allo stato di conservazione, alla iconografia, allo stile e alle tipologie; analizzare e comprendere il linguaggio della produzione artistica, organizzandone l’aspetto comunicativo con un lessico appropriato e specifico; risalire al contesto socio-culturale entro cui la produzione artistica si è formata, tenendo conto inparticolare del rapporto artista-committenza.

Contenuti dell’insegnamento

 Modulo I: Introduzione e metodologia

1.      Indicazioni metodologiche 1

2.      Indicazioni metodologiche 2

3.      Arti maggiori e arti minori?

4.      Il significato dell’arte 1

5.      Il significato dell’arte 2

6.      Chi è l’artista

Modulo II: Il primo Quattrocento

1.      Il Quattrocento

2.      Filippo Brunelleschi

3.      Donatello

4.      Masolino da Panicale e Masaccio

5.      Masolino e Masaccio negli affreschi della cappella Brancacci

Modulo III: Altri protagonisti del Quattrocento

1.      Altri protagonisti del primo Quattrocento toscano – la pittura 1

2.      Altri protagonisti del primo Quattrocento toscano – la pittura 2

3.      La scultura toscana

4.      La pittura fiamminga e l’Italia

5.      I principali centri artistici, architettura e urbanistica 1

6.      I principali centri artistici, architettura e urbanistica 2

Modulo IV: Il secondo Quattrocento

1.      Piero della Francesca

2.      Pittura a Firenze nel secondo Quattrocento 1

3.      Pittura a Firenze nel secondo Quattrocento 2

4.      Il secondo Quattrocento nell’Italia centrale e meridionale 1

5.      Il secondo Quattrocento nell’Italia centrale e meridionale 2

6.      Scultura del secondo Quattrocento

Modulo V: Il primo Cinquecento

1.      Bramante

2.      Leonardo da Vinci

3.      Michelangelo 1

4.      Michelangelo 2

5.      Raffaello

Modulo VI: Il secondo Cinquecento

1.      Giorgione e Tiziano

2.      Lotto e Correggio

3.      Il Manierismo

4.      Il Cinquecento in Europa

5.      Maniera e classicismo nel Veneto

Testi consigliati

I testi sottoindicati non sono obbligatori ai fini del superamento dell’esame, ma consigliati come utile ausilio per la consultazione del materiale iconografico analizzato nel corso.

·         C. Fumarco, Vivere l’arte, vol. 2, Ed. Scolastiche B. Mondadori

Modalità di erogazione e organizzazione del corso

Il corso è articolato secondo 6 moduli, ognuno dei quali è composto di video lezioni; sono inoltre presenti test di autovalutazione in ingresso, in itinere e in uscita.

Ogni video lezione analizza alcune fonti iconografiche coerenti con la macroarea del modulo ed è accompagnata dal relativo file pdf, di necessario supporto all’acquisizione degli obiettivi del corso quali il riconoscimento, l’analisi, il confronto e la contestualizzazione storica e sociale delle immagini analizzate.

Risultati di apprendimento attesi

Le competenze specifiche sviluppate dal corso di Storia dell’arte moderna possono essere utilmente elencate mediante il sistema dei descrittori di Dublino: 

I – Conoscenza e capacità di comprensione

Lo studente avrà acquisito approfondite conoscenze e capacità di comprensione relative alla definizione del contesto storico e materiale in rapporto al patrimonio storico-artistico, quindi all’applicazione delle metodologie di studio analitico, interpretativo e comparativo dei relativi contesti e manufatti. 

II – Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Lo studente sarà in grado di applicare le proprie conoscenze nell’approccio con tematiche non familiari inserite in contesti di ampia portata connessi al proprio settore di studio. Saprà analizzare e ricostruire in modo approfondito le dinamiche storico-culturali in relazione alla produzione, tradizione e valorizzazione dei siti e dei manufatti storico-artistici; sarà in grado di utilizzare dati bibliografici per interpretare le diverse fasi che contribuiscono alla definizione dell’opera d’arte nel suo complesso; classificare i manufatti dal punto di vista tecnico-formale, cronologico e stilistico; catalogare e schedare il materiale storico-artistico.

III – Autonomia di giudizio

Lo studente sarà consapevole delle peculiarità del patrimonio storico-artistico italiano ed europeo. Grazie agli approfondimenti in sede bibliografica, potrà procedere a comparazioni fra il contesto nazionale e internazionale. Sarà così in grado di integrare le conoscenze e di formulare giudizi, anche sulla base di informazioni limitate, e di giungere ad una riflessione sulle responsabilità sociali ed etiche collegate all’applicazione dei giudizi e delle conoscenze acquisite.

IV – Abilità comunicative

Lo studente è in grado di comunicare in modo chiaro a livello divulgativo  (ad esempio in occasione di dibattiti e convegni scientifici) in relazione alle tematiche e problematiche della storia dell’arte.

V – Capacità di apprendimento

Le capacità di apprendimento verranno stimate attraverso verifiche intermedie. L’insegnamento verrà impostato in modo da valorizzare le competenze selettive e comparative, ai fini dell’acquisizione di un metodo di apprendimento. 

Modalità di accertamento dei risultati di apprendimento acquisiti dallo studente

Nell’esame lo studente dovrà dimostrare la capacità di leggere un’opera d’arte moderna nelle sue valenze tecniche, iconografiche e iconologiche, formali e stilistiche, storiche e culturali. Sarà necessario, cioè, saperne contestualizzare lo stile, riconoscerne l’autore, la data e la collocazione.

Dovrà dimostrare ancora la comprensione del percorso storico-artistico moderno, dei suoi aspetti e dei suoi problemi, e la conoscenza delle opere d’arte moderna in Italia e in Europa.

Modalità d’ esame

L’esame consiste in un colloquio, o in una prova scritta (con domande a risposta aperta e/o multipla), finalizzato a verificare, oltre alla conoscenza dei contenuti della disciplina, la capacità di argomentare singoli e specifici aspetti del corso, individuandone le coordinate storico-culturali e le relazioni con la produzione europea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.