INFORMAZIONI GENERALI

Obiettivi formativi

Il corso affronta i concetti, le tecniche e i metodi di lavoro propri del disegno infografico, con l’obiettivo di guidare lo studente alla costruzione di rappresentazioni digitali. Attraverso la sperimentazione delle più recenti tecniche operative viene in particolare posto in evidenza il nuovo ruolo del disegno all’interno del processo progettuale. A tal fine saranno studiate le modalità operative e le tecniche del disegno digitale, le interazioni tra dati 2D e 3D e l’uso del rendering funzionali alla progettazione nei campi del design e dell’architettura. Il corso prevede la realizzazione di un modello virtuale, e lo studio degli strumenti utili a migliorare le capacità analitiche e di rappresentazione dei dati all’interno del modello stesso.

Risultati di apprendimento attesi

Al termine del corso lo studente dovrà:

Conoscenza e capacità di comprensione:

conoscere i criteri teorici e geometrici preordinati alla definizione di un modello solido digitale e comprendere le metodologie sottese alla loro costruzione. Sviluppare la consapevolezza di una capacità concettuale nel mettere appunto strategie per descrivere informazioni spaziali espressive.

Competenze richieste al fine di applicare conoscenza e comprensione:

saper utilizzare, attraverso un processo di sviluppo analitico e critico, le tecniche di modellazione digitale bidimensionale e tridimensionale. Saper realizzare comunicazioni di immagini chiare ed espressive.

Capacità richieste al fine di raccogliere e interpretare i dati ritenuti utili a determinare giudizi autonomi:

saper integrare opportunamente le tecniche di rappresentazione digitale scegliendo procedure idonee finalizzate a comunicazioni espressive ed efficaci del progetto di design.

Capacità richieste per comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni:

saper esplicitare concetti e teorie di base attraverso la pratica del disegno digitale e delle tecniche di modellazione

Capacità di apprendimento richieste per intraprendere studi successivi con un alto grado di autonomia:

saper comunicare, attraverso un pensiero critico e creativo, idee progettuali spaziali in maniera chiara e completa scegliendo le strategie più adeguate; saper ricercare, analizzare e visualizzare informazioni; imparare a condividere i risultati della rappresentazione e ad apportare modifiche al proprio lavoro.

Obiettivi formativi nel contesto dei risultati di apprendimento previsti dal CdS

Gli studenti dovranno conoscere i criteri teorici e geometrici preordinati alla definizione di un modello solido digitale e comprendere le metodologie sottese alla loro costruzione; saper utilizzare, attraverso un processo di sviluppo analitico e critico, le tecniche di modellazione digitale bidimensionale e tridimensionale; saper realizzare comunicazioni di immagini chiare ed espressive integrando opportunamente le tecniche di rappresentazione digitale e scegliendo procedure idonee finalizzate a comunicazioni espressive ed efficaci del progetto di design. Dovranno imparare inoltre a comunicare, attraverso un pensiero critico e creativo, idee progettuali spaziali in maniera chiara e completa scegliendo le strategie più adeguate

PROGRAMMA DEL CORSO

Il corso sarà articolato attraverso:

– un ciclo di lezioni teoriche che introdurranno ai diversi tipi rappresentazione digitale utilizzati nella pratica odierna nel campo del design. Le lezioni saranno rivolte a costruire un supporto al repertorio visivo personale e ad ispirare il proprio lavoro collocandolo nel contesto delle contemporanee metodologie di progettazione.

– un ciclo di lezioni di carattere tecnico volte ad offrire competenze nel campo della modellazione digitale tridimensionale, definizione di materiali e rendering attraverso l’utilizzo di software dedicati.

– un insieme di esercitazioni laboratoriali in cui saranno messe in pratica le conoscenze acquisite in elaborazioni digitali personali che saranno oggetto di discussione.

Testi consigliati

M. Unali, L. Sacchi, Architettura e cultura digitale, Milano: Slira 2003

A. Picon, Digital Culture in Architecture. An introduction for the design professions, Birkhäuser: Basilea 2010

T. Maldonado, Reale e virtuale, Feltrinelli, Milano 2007

Ulteriori riferimenti saranno offerti agli studenti durante il corso e in relazione a specifiche necessità.

MODALITÀ DI ESAME, PREREQUISITI, ESAMI PROPEDEUTICI

Obiettivi della prova e modalità di accertamento dei risultati di apprendimento acquisiti dallo studente

La valutazione avviene sulla base degli elaborati grafici prodotti e di un colloquio orale e/o una prova scritta.

La realizzazione degli elaborati è rivolta a verificare l’acquisizione di conoscenze teoriche e metodologiche, capacità di elaborazione di modelli tridimensionali e la abilità di integrare le diverse tecniche. Saranno valutate anche le capacità di comunicazione attraverso la rappresentazione digitale. Attraverso il colloquio e/o la prova scritta sarà invece valutata la conoscenza degli elementi di carattere teorico esposti durante le lezioni, del linguaggio tecnico nonché l’acquisizione delle abilità tecnico-pratiche necessarie allo svolgimento degli elaborati grafici e le capacità espositive. Sarà valutata, in particolare, la padronanza dei temi e degli argomenti trattati, le abilità pratiche acquisite nonché la qualità grafica e la completezza delle esercitazioni svolte.

La valutazione finale terrà conto sia del voto attribuito agli elaborati sia a quello del colloquio e/o della prova scritta.

Il voto attribuito agli elaborati può variare da 18/30 a 30/30 in ragione del livello di accuratezza e completezza della realizzazione e presentazione e del corretto impiego di metodi e tecniche grafiche. Il livello minimo è attribuito in caso di non piena adeguatezza nella traduzione in grafici dei temi proposti. Il livello massimo è invece attribuito in caso di elaborati graficamente ben curati e esplicitino ottime competenze nella traduzione in grafici dei temi proposti.

Al colloquio Il livello di valutazione minimo (18/30) è attribuito quando lo studente dimostra una parziale padronanza nell’applicazione delle conoscenze e dei metodi grafici studiati, e ha una conoscenza limitata ai soli fondamenti basilari dei vari argomenti affrontati.

Il livello di valutazione massimo (30/30) è attribuito quando lo studente dimostra una padronanza completa e approfondita nell’applicazione delle conoscenze teoriche e dei metodi di rappresentazione tridimensionale studiati, ed è in grado di risolvere i problemi affrontati in modo efficiente e graficamente accurato.

In caso di prova scritta, questa consisterà in un test a risposta chiusa composto da 30 domande e si intenderà superata con almeno 18 risposte esatte (18/30). La valutazione massima sarà ottenuta con la risposta esatta a tutti i quesiti (30/30).

La lode viene attribuita quando il candidato dimostra una assoluta padronanza dei contenuti teorici e applicativi, la capacità di correlare i diversi argomenti trattati in maniera trasversale, ed è in grado di presentare anche graficamente gli argomenti con notevoli capacità espressive. Viene altresì valutata l’autonomia di giudizio dimostrata.

Propedeuticità

È consigliato dopo aver svolto l’esame di Fondamenti di Disegno.

Prerequisiti

L’insegnamento si raccorderà con Fondamenti di Disegno

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

Attività didattiche previste

Le attività di didattica, suddivise tra didattica erogativa (DE) e didattica interattiva (DI) coprono un minimo di 6 ore per CFU ripartite tra DE e DI. In particolare per ogni CFU saranno offerte almeno 5 ore di DE e 1 ora di DI.

Attività didattica erogativa (15 ore):

15 lezioni frontali videoregistrate e sempre disponibili in piattaforma

Attività didattica interattiva (3 ore 30’):

 Ricevimento studenti

Il docente è sempre reperibile via mail o tramite il forum “Comunica col docente” presente in piattaforma didattica. Nella pagina dell’insegnamento sono disponibili orari di ricevimento e contatto per comunicazioni in videoconferenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.