Insegnamento: Principi Di Medicina Dello Sport

Docente: Gianfranco Beltrami

Anno di corso: II

Numero crediti formativi (CFU) Totali: 10

INFORMAZIONI GENERALI

Obiettivi dell’Insegnamento

Il corso prevede  come finalità’ l’acquisizione da parte dello studente delle conoscenze teoriche, scientifiche e professionali riguardanti gli adattamenti e gli effetti indotti dall’esercizio fisico nell’adulto e nel bambino ,sia nel soggetto sano che in quello affetto da diverse patologie cronico-degenerative di interesse medico sportivo con particolare riferimento al gioco del calcio Prevede inoltre  la conoscenza della legislazione in atto riguardante la certificazione medico-sportiva ,le principali cause di non idoneità all’attività sportiva ,i fondamenti di pronto soccorso e di rianimazione cardiopolmonare. Il corretto approccio alle tematiche relative al doping (sostanze dopanti e  legislazione antidoping) ,di traumatologia sportiva, degli aspetti di idratazione nutrizione e integrazione dello sportivo e del calciatore completano il percorso didattico -formativo.

Testi consigliati:

P. Zeppilli, V. Calmieri: MANUALE DI MEDICINA DELLO SPORT E PRONTO SOCCORSO per il corso di laurea in Scienze Motorie
Casa Editrice Scientifica Internazionale – Roma.

A. Ventura : TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT.
Raffaello Cortina Editore – Milano.

M.Giampietro: L’alimentazione per l’esercizio fisico e lo sport

Il Pensiero Scientifico Editore


Risultati di apprendimento attesi:

-aver acquisito  la conoscenza delle principali problematiche di interesse medico-sportivo ,degli adattamenti indotti dalla pratica dell’esercizio fisico, degli aspetti nutrizionali e traumatologici e di pronto soccorso connessi alla pratica dello sport del calcio.

-aver approfondito la conoscenza dei meccanismi messi in atto dai sistemi di controllo delle funzioni degli organi e apparati (sistema cardiorespiratorio, nervoso, endocrino)

-aver acquisito la capacità di sintesi e correlazione tra i vari argomenti

-aver acquisito la capacità di interpretazione dei meccanismi e fenomeni fisiologici.

MODALITA’ DI ESAME, PREREQUISITI, ESAMI PROPEDEUTICI

Modalità di accertamento dei risultati di apprendimento acquisiti dallo studente:

Tutti i contenuti trattati nell’ambito delle singole attività didattiche dell’insegnamento costituiscono oggetto di valutazione.

In itinere e al termine del corso la valutazione delle competenze acquisite dallo studente avverrà in forma scritta o attraverso un colloquio orale,

La valutazione prevede l’identificazione del raggiungimento degli obiettivi previsti ed in particolare per ogni modulo saranno valutati:

-il grado di acquisizione della conoscenza degli argomenti trattati (50% del punteggio)

-la capacità di sintesi e correlazione tra i vari argomenti (25% del punteggio)

-la comprensione e la capacità di interpretazione dei meccanismi e fenomeni fisiologici (25% del punteggio).

Come si svolge l’esame

La valutazione finale avverrà nelle date d’appello previste dall’Ateneo e pubblicate in piattaforma, in modalità scritta e /o orale.

Prova scritta strutturata:

15 domande (scelta multipla, vero o falso con risposta motivata)

-ad ogni domanda viene assegnato un punteggio massimo di 2

-ad ogni risposta non data o errata viene assegnato ad un valore di 0

-ad ogni risposta corretta non motivata viene assegnato un valore di 0.25

Prova scritta non strutturata

-5 domande aperte

-ad ogni domanda viene assegnato un punteggio massimo di 6

Alla prova scritta potrà seguire un colloquio orale nei seguenti casi:

-se lo studente raggiunge un punteggio tra 18 e 24

-se lo studente raggiunge una punteggio >24 su richiesta

La prova orale consiste in un colloquio di una durata massima di 20 minuti per studente.

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

Attività didattiche previste

Le attività di didattica, suddivise tra didattica erogativa (DE) e didattica interattiva (DI), saranno costituite da 10 CFU e ripartite secondo una struttura di almeno 2,5 ore di DE (tenuta in considerazione la necessità di riascolto) e di 1 ora di DI per ciascun CFU.

Attività didattica erogativa (25 ore):

Attività didattica interattiva (10 ore):

L’articolazione tra DE e DI, per ciascuna unità didattica, sarà organizzata coerentemente con gli obiettivi formativi specifici di ciascun modulo. Ad ogni modo, in tutte le unità didattiche saranno garantite almeno un’ora di DE e un’ora di DI.

Attività di autoapprendimento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.