Obiettivi dell’Insegnamento: Il corso prevede  come finalità’ l’acquisizione da parte dello studente delle conoscenze teoriche, scientifiche e professionali riguardanti gli adattamenti e gli effetti indotti dall’esercizio fisico nell’adulto e nel bambino ,sia nel soggetto sano che in quello affetto da diverse patologie cronico-degenerative di interesse medico sportivo con particolare riferimento al gioco del calcio Prevede inoltre  la conoscenza della legislazione in atto riguardante la certificazione medico-sportiva ,le principali cause di non idoneità all’attività sportiva ,i fondamenti di pronto soccorso e di rianimazione cardiopolmonare. Il corretto approccio alle tematiche relative al doping (sostanze dopanti e  legislazione antidoping) ,di traumatologia sportiva, degli aspetti di idratazione nutrizione e integrazione dello sportivo e del calciatore completano il percorso didattico -formativo.

  1. Programma : Aspetti normativi ed organizzativi della Medicina dello Sport. Le leggi sulla tutela della salute dello sportivo . La normativa vigente relativa alla tutela sanitaria per attività ludico motoria, attività sportiva non agonistica, attività sportiva non agonistica di particolare impegno cardiovascolare , attività sportiva agonistica ,attività sportiva per disabili, attività sportiva professionistica. Classificazione delle attività’ sportive. Le basi fisiologiche e l’impegno cardiorespiratorio e metabolico con particolare riferimento allo sport del calcio. I principi generali dell’allenamento  – Elementi di igiene nello sport ,prevenzione delle malattie infettive più comuni nel calciatore. La prescrizione dell’esercizio fisico, indicazioni e controindicazioni alla pratica sportiva . La valutazione funzionale dell’ atleta . La fatica : sindrome da overtraining e overreaching .Attività fisica nel bambino: benefici e rischi. Elementi di traumatologia dello sport : le lesioni muscolari, le patologie osteoarticolari  e della colonna vertebrale. La prevenzione dei traumi più comuni del calciatore. Corretta  nutrizione  e idratazione nello sportivo con particolare riferimento al calciatore. Alimentazione prima durante e dopo la gara. Il corretto approccio all’uso degli integratori alimentari. Attività’ sportiva e doping: le sostanze ed i metodi proibiti, i risvolti clinici. Le basi della rianimazione cardiopolmonare. Nozioni essenziali di pronto soccorso. Gli impianti sportivi e il rischio sportivo.

Modulo di 10 CFU

Testi consigliati:

P. Zeppilli, V. Calmieri: MANUALE DI MEDICINA DELLO SPORT E PRONTO SOCCORSO per il corso di laurea in Scienze Motorie
Casa Editrice Scientifica Internazionale – Roma.

A. Ventura : TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT.
Raffaello Cortina Editore – Milano.

M.Giampietro: L’alimentazione per l’esercizio fisico e lo sport

Il Pensiero Scientifico Editore


Risultati di apprendimento attesi:

-aver acquisito  la conoscenza delle principali problematiche di interesse medico-sportivo ,degli adattamenti indotti dalla pratica dell’esercizio fisico, degli aspetti nutrizionali e traumatologici e di pronto soccorso connessi alla pratica dello sport del calcio.

-aver approfondito la conoscenza dei meccanismi messi in atto dai sistemi di controllo delle funzioni degli organi e apparati (sistema cardiorespiratorio, nervoso, endocrino)

-aver acquisito la capacità di sintesi e correlazione tra i vari argomenti

-aver acquisito la capacità di interpretazione dei meccanismi e fenomeni fisiologici.

Modalità di accertamento dei risultati di apprendimento acquisiti dallo studente:

Tutti i contenuti trattati nell’ambito delle singole attività didattiche dell’insegnamento costituiscono oggetto di valutazione.

In itinere e al termine del corso la valutazione delle competenze acquisite dallo studente avverrà in forma scritta o attraverso un colloquio orale,

La valutazione prevede l’identificazione del raggiungimento degli obiettivi previsti ed in particolare per ogni modulo saranno valutati:

-il grado di acquisizione della conoscenza degli argomenti trattati (50% del punteggio)

-la capacità di sintesi e correlazione tra i vari argomenti (25% del punteggio)

-la comprensione e la capacità di interpretazione dei meccanismi e fenomeni fisiologici (25% del punteggio).

Come si svolge l’esame

La valutazione finale avverrà nelle date d’appello previste dall’Ateneo e pubblicate in piattaforma, in modalità scritta e /o orale.

Prova scritta strutturata:

15 domande (scelta multipla, vero o falso con risposta motivata)

-ad ogni domanda viene assegnato un punteggio massimo di 2

-ad ogni risposta non data o errata viene assegnato ad un valore di 0

-ad ogni risposta corretta non motivata viene assegnato un valore di 0.25

Prova scritta non strutturata

-5 domande aperte

-ad ogni domanda viene assegnato un punteggio massimo di 6

Alla prova scritta potrà seguire un colloquio orale nei seguenti casi:

-se lo studente raggiunge un punteggio tra 18 e 24

-se lo studente raggiunge una punteggio >24 su richiesta

La prova orale consiste in un colloquio di una durata massima di 20 minuti per studente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.