Obiettivi formativi

“Quello che ci interessa del vestito è proprio il fatto che esso sembra partecipare alla più grande profondità e alla più grande socialità.” R. Barthes

Del “Vestito”, inteso in senso ampio, la moda rappresenta nell’epoca contemporanea ciò che potremmo definire il momento comunicativo-segnico per eccellenza, o ancora, per parafrasare Barthes, il “velo” di senso che si interpone tra la produzione e il consumo  e che del vestito stesso viene a costituire un’elaborata sintesi.

La Collezione Moda si definisce oltre che per il suo valore immediatamente commerciale, anche per il suo messaggio culturale, agisce con proprie regole espressive e crea, talvolta, nuovi codici visivi.

Ora più che mai prevale sul contenuto materiale del prodotto il contenuto comunicazionale e soprattutto il servizio fornito al consumatore.

Tracciarne tutti i contorni del metodo di progettazione è molto complesso perché il sistema oggi rappresenta sempre più un fenomeno multidimensionale e sempre meno legato alla sola sfera economica o alla sola sfera culturale e sociale. Ciò che tende a delinearsi è un sistema moda che non risponde semplicemente alle esigenze dei consumatori (sempre più difficili da individuare) ma cerca di soddisfare i bisogni di multi-identificazione degli individui.

In questo processo la comunicazione ha un duplice fondamentale ruolo: essere presente in modo meno spettacolare ma culturale e innovativo lungo tutto il complesso percorso della catena produttiva (problem solving, adattamento, trasmissione, sintesi) e successivamente interpretare l’atmosfera e il concept della collezione o del prodotto per tradurli in perfetti meccanismi di strategie, azioni di comarketing, spettacolo,  fiere, presentazioni, eventi.

In questo processo la necessaria “riqualifica” trasversale del professionista che si occupa già di Moda o di Comunicazione rappresenta l’elemento indispensabile per essere in grado di essere più attenti al cambiamento e quindi più capaci di interpretare le “tendenze” senza contrapporsi alle generazioni precedenti bensì integrandole in modo più “trasversale”.

Non a caso tra le trasformazioni del sistema moda il processo di “ringiovanimento”  sia dei Consumatori (fenomeno culturale che porta a prolungare la giovinezza degli individui) ma soprattutto dei Protagonisti (i futuri eredi del Made in Italy) acquisisce un’importanza molto strategica, ancora tutta da studiare.

Finalità del Corso dare precise indicazioni su come Rappresentare la moda attraverso il concept, il luogo, l’immagine, il linguaggio, l’evento utilizzando e “sperimentando” strutture, mezzi di comunicazione e di rappresentazione idonei a sensibilizzare il pubblico ma prima ancora gli addetti ai lavori.

Il Corso prevede l’acquisizione della trasversalità delle informazioni riferite alla “cultura del progetto”. Moda e eccellenza del Made in Italy.
E’ infatti fornita una lettura orizzontale, verticale e trasversale che insegna a ricercare le informazioni a seconda delle esigenze di prodotto, servizio o processo  (Metodologia).
 

Risultati di apprendimento attesi

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene attraverso la somministrazione di prova di accertamento delle conoscenze in forma orale e scritta, presentazione di elaborati di approfondimento, test/questionari a risposta multipla e/o aperta breve.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)

Le verifiche (esami scritti, orali, relazioni, ecc.) prevedono lo svolgimento di specifici elaborati di approfondimento in cui lo studente dimostra la padronanza di strumenti, metodologie e autonomia critica.

Autonomia di giudizio (making judgements)

La verifica dell’acquisizione dell’autonomia di giudizio avviene tramite la verifica del grado di autonomia e capacità di lavorare.

Abilità comunicative (communication skills)

L’acquisizione delle abilità comunicative sopraelencate avviene in forma diversa all’interno delle attività formative e viene verificata negli elaborati scritti o multimediali, nelle esposizioni orali, nella verifica della comprensione tramite tesina di progetto.

Capacità di apprendimento (learning skills)


La capacità di apprendimento è verificata:

in maniera continua durante le attività formative;

attraverso la valutazione della capacità di auto-apprendimento maturata durante la progettazione ed elaborazione di una tesina.

Obiettivi formativi nel contesto dei risultati di apprendimento previsti dal CdS

Per questo insegnamento, i risultati prevedono che lo studente acquisisca una solida conoscenza degli strumenti, procedure e strutture tipiche del progetto “design oriented”.  Inoltre, lo studente dovrà conoscere le principali problematiche legate al fine di sviluppare una capacità di analisi e valutazione della tipicità e qualità di specifiche filiere. Infine, una buona proprietà di linguaggio al fine di comunicare efficacemente con tutti gli attori del settore rappresenterà il completamento dei risultati di apprendimento attesi

PROGRAMMA DEL CORSO

Descrizione: Modulo 1“Dall’Idea al Prototipo”

1. Il metodo della progettazione Moda.
2. Il cambiamento del sistema Moda
3. Ricerca creativa di tendenza

4. la Materia. Sostenibilità

5. Il colore.

Modulo 2: “ Dall’analisi di processo della Collezione alla Produzione” Moda

6. La Forma. il Prodotto..

7. Esempio completo di metodo processo di costruzione di una collezione Moda.

Modulo 3: “Dalla identità individuale alla comunicazione visuale della Moda”

8. Gestire l’immagine coordinata

9 – Tecnologie per comunicare, produrre

10. Le tecnologie Industria 4.0

Modulo4 “Dalla serie alla vendita”

11. L’ Organizzazione dell’ Evento

12. Design Experience

13. Retail Experience

14. Case history Moda a confronto. -Workshop individuale: esercitazioni e tesina finale su temi progettuali in base a brief concordati.

Testi consigliati

I testi sotto indicati non sono obbligatori ai fini del superamento dell’esame, ma consigliati come utile ausilio per approfondimento del metodo analizzato nel corso.

Gallico, D (2020) MODA…IN FORMAZIONE.  CREATIVITA’, CULTURA, INNOVAZIONE E BELLEZZA. Fausto Lupetti Editore Isbn 9788868742072

Gallico,D (2017) C2C. CRADLE TO CRADLE. MODELLI, PROGETTI, PRODOTTI SOSTENIBILI. Chi e come esprime oggi il meglio nei mondi design, fashion e food. Un panorama internazionale. Fausto Lupetti Editore ISBN: 978-88-6874-189-1

Gallico D (2013). CONTAM-INNOVATION Cinquecento icone tra design, cultura e innovazione. Bologna:Logo Fausto Lupetti editore, ISBN: 978-88-6874-002-3

Gallico, D; Il perfetto evento _ Lupetti 9788883912580

Segre Reinach S., (2010).La moda. Un’introduzione, Laterza Roma Bari

Kawamura Y., (2006) La moda, Il Mulino Bologna.

Andò R., (2020) Audience for fashion, Egea Bocconi Milano

Ulteriori riferimenti bibliografici e link saranno suggeriti durante il corso per lo sviluppo della tesina individuale.

MODALITÀ DI ESAME, PREREQUISITI, ESAMI PROPEDEUTICI

Obiettivi della prova e modalità di accertamento dei risultati di apprendimento acquisiti dallo studente

La valutazione finale avverrà sulla base di un colloquio orale o una prova scritta.

E’ richiesto agli studenti di preparare un elaborato, da svolgere in autonomia, su uno degli argomenti a scelta e secondo una precisa modalità di svolgimento per passaggi successivi. Verranno così valutate le capacità acquisite nel governare le nozioni apprese e nel creare delle connessioni con tutti gli altri insegnamenti del corso di studi sia relativamente agli aspetti progettuali sia in relazione ai corsi del settore.

E’indispensabile la attenta revisione della tesi di progetto in progress, con continuità e anticipo rispetto alla data di Esame.

Parametri di valutazione esame

– Valutazione  tesina critica e dell’apprendimento delle lezioni e bibliografia.

– Coerenza degli elaborati con i temi proposti durante il corso

– Valutazione assimilazione del materiale didattico

Il livello di valutazione minimo (18/30) è attribuito quando lo studente dimostra una parziale conoscenza degli argomenti derivante da uno studio non approfondito e una debole capacità di esposizione autonoma.

Il livello di valutazione massimo (30/30) è attribuito quando lo studente dimostra un’eccellente esposizione, ottime capacità di analisi e sintesi unite a buone capacità di rielaborazione personale.

La lode viene attribuita quando il candidato dimostra una assoluta padronanza degli argomenti trattati e la capacità di correlarli in maniera trasversale. Viene altresì valutata capacità di approfondimento autonomo e di rielaborazione personale.

Attraverso la prova (orale o scritta) saranno valutate la padronanza dei temi e degli argomenti teorici trattati durante le lezioni, la proprietà di linguaggio e la conoscenza della terminologia specifica, la capacità di sintesi e di astrazione, la capacità di ricerca e progettazione, nonché le capacità espositive e di rielaborazione critica e personale.

Propedeuticità

Non sono previste propedeuticità.

Prerequisiti

Non sono previsti prerequisiti dello studio di altre materie

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

Attività didattiche previste

Le attività di didattica, suddivise tra didattica erogativa (DE) e didattica interattiva (DI) coprono un minimo di 6 ore per CFU ripartite tra DE e DI. In particolare per ogni CFU saranno offerte almeno 5 ore di DE e 1 ora di DI.

Attività didattica erogativa (40 ore):

lezioni frontali videoregistrate e sempre disponibili in piattaforma

Attività didattica interattiva (8 ore):

n 4 aule virtuali programmate della durata di 2h ciascuna.

esercitazioni con revisione degli elaborati. Eventuali altri strumenti interattivi (forum, chat, web conferences, repository ecc. e-tivities) potranno essere adoperati in relazione a specifici interventi didattici;

Ricevimento studenti

Il docente è sempre reperibile via mail o tramite il forum “Comunica col docente” presente in piattaforma didattica. Nella pagina dell’insegnamento sono disponibili orari di ricevimento e contatto per comunicazioni in videoconferenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.