INFORMAZIONI GENERALI

Obiettivi formativi


Il corso intende presentare alcune ipotesi interpretative sulle modalità con cui il design, nei suoi significati più attuali e contemporanei, può portare innovazione alle imprese, ai sistemi di processo ed anche allo sviluppo equilibrato delle aree territoriali e sociali. Il Corso prevede l’acquisizione della trasversalità delle informazioni riferite alla “cultura del progetto”.  Design, business ed eccellenza del Made in Italy.
E’ infatti fornita una lettura orizzontale, verticale e trasversale che insegna a ricercare le informazioni a seconda delle esigenze di prodotto, servizio o processo (Metodologia progettuale trasversale).

Le Lezioni nascono da alcune attività di ricerca e da alcune azioni specifiche sviluppate alla rete nazionale e internazionale di ricerca sul design.

Spesso quando si parla di innovazione si tende automaticamente ad associarla alle tecnologie informatiche e, in generale, ai processi più strettamente produttivi. Le spinte innovative invece coinvolgono e a loro volta influenzano in modo trasversale tutti gli ambiti conoscitivi e professionali, comportano processi molto rapidi di comprensione e adattamento alle nuove 
richieste del mercato e del contesto socio-culturale, e richiedono attività di sviluppo di soluzioni coerenti, che avranno a loro volta una ricaduta sul mercato del lavoro, la sua organizzazione e il sistema dei profili professionali.
Il corso parte proprio dalla necessità di monitorare, conoscere e interpretare le tendenze evolutive dei diversi settori produttivi del Made in Italy per poter individuare opportunità di trasferimento e integrazione e attivare modalità di gestione dell’innovazione coerenti. 
La peculiarità della proposta e il suo carattere innovativo risiedono nella focalizzazione sul carattere trasversale dell’innovazione, e nell’attivazione di strumenti operativi e formativi per sviluppare la capacità di anticipare, sulla base di studi ed analisi, le tendenze e individuare possibili sinergie tra i percorsi di evoluzione dei diversi settori. 

Oggi lo scenario appare mutato di fronte alle sfide portate dalla globalizzazione, le piccole imprese distrettuali italiane manifestano evidenti problemi di competitività e la relazione spontanea tra design e impresa non è più sufficiente per contrastare l’aggressione competitiva dei sistemi produttivi dei paesi emergenti.

Occorre impostare metodi, strategie a lungo termine di valorizzazione dei caratteri esclusivi della produzione nazionale con attività di ricerca e progetto strutturali che riescano a rimettere in moto il sistema paese.

Le lezioni si chiudono con una serie di case history, esempi concreti di progetti di trasferimento tecnologico di innovazione design, detta in altri termini di trasferimento di conoscenza di design, attuati in diversi settori.

Si può dire il corso fornisca elementi che si collocano a mezza via tra un’operazione culturale e un’operazione commerciale in uno scenario culturale nel quale convivono varie tendenze in continuo evolversi e trasformazione e presenta, a sua volta, nuovi segni visivi e culturali (de signum= dare un nuovo significato) e destinazione d’uso in un progetto globale (pensiero circolare).

Risultati di apprendimento attesi

Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene attraverso la somministrazione di prova di accertamento delle conoscenze in forma orale e scritta, presentazione di elaborati di approfondimento, test/questionari a risposta multipla e/o aperta breve.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)

Le verifiche (esami scritti, orali, relazioni, ecc.) prevedono lo svolgimento di specifici elaborati di approfondimento in cui lo studente dimostra la padronanza di strumenti, metodologie e autonomia critica.

Autonomia di giudizio (making judgements)

La verifica dell’acquisizione dell’autonomia di giudizio avviene tramite la verifica del grado di autonomia e capacità di lavorare.

Abilità comunicative (communication skills)

L’acquisizione delle abilità comunicative sopraelencate avviene in forma diversa all’interno delle attività formative e viene verificata negli elaborati scritti o multimediali, nelle esposizioni orali, nella verifica della comprensione tramite tesina di progetto.

Capacità di apprendimento (learning skills)

La capacità di apprendimento è verificata:

in maniera continua durante le attività formative;

attraverso la valutazione della capacità di auto-apprendimento maturata durante la progettazione ed elaborazione di una tesi.

Obiettivi formativi nel contesto dei risultati di apprendimento previsti dal CdS

Per questo insegnamento, i risultati prevedono che lo studente acquisisca una solida conoscenza degli strumenti, procedure e strutture tipiche del progetto “design oriented”.  Inoltre, lo studente dovrà conoscere le principali problematiche legate al fine di sviluppare una capacità di analisi e valutazione della tipicità e qualità di specifiche filiere. Infine, una buona proprietà di linguaggio al fine di comunicare efficacemente con tutti gli attori del settore rappresenterà il completamento dei risultati di apprendimento attesi

Modulo 1“Dall’Idea al Prototipo”

1. L’Idea.
2. Il cambiamento del sistema Design
3. Ricerca creativa di tendenza Design
4. la Materia e la sostenibilità.

5. Il colore.

Modulo 2: “Dall’analisi di processo della Collezione alla Produzione”

6. La Forma.

7. Esempio completo di metodo processo di costruzione di una collezione Il processo di industrializzazione (risorse, tempi..) del prodotto collegando gli uffici stile alla realtà produttiva.
Modulo 3: “Dalla identità individuale alla comunicazione visuale”

8. Gestire l’immagine coordinata

Modulo4 “Dalla serie alla vendita”

9 Tecnologie per comunicare, produrre industria 4.0. Personalizzazione di Massa

10. L’ Organizzazione dell’ Evento per il design

11. Design Experience

12. Retail Experience

13- Case History Design. Workshop individuale: esercitazioni e tesina finale su temi progettuali Design in base a brief concordati.

Testi consigliati

I testi sotto indicati non sono obbligatori ai fini del superamento dell’esame, ma consigliati come utile ausilio per approfondimento  del metodo analizzato nel corso.

Gallico, D (2017) APPRENDERE PER VIVERE GIOCANDO. Metodologia progettuale per un design responsabile. Fausto Lupetti Editore. ISBN: 978-88-6874-190-7

Gallico,D (2017) C2C. CRADLE TO CRADLE. MODELLI, PROGETTI, PRODOTTI SOSTENIBILI. Chi e come esprime oggi il meglio nei mondi design, fashion e food. Un panorama internazionale. Fausto Lupetti Editore ISBN: 978-88-6874-189-1

Gallico,D (2016) RAPPORTO NAZIONALE SUL DESIGN NELLE IMPRESE ITALIANE (dalla A alla Z) Fausto Lupetti Editore ISBN: 978-88-6874-151-8

Gallico D (2013). CONTAM-INNOVATION Cinquecento icone tra design, cultura e innovazione. Bologna:Logo Fausto Lupetti editore, ISBN: 978-88-6874-002-3

Gallico D (2011); Giacobone T, ADI LOMBARDIA DESIGN CODEX 001-il paesaggio dell’innovazione.. Bologna:Logo Fausto Lupetti editore, ISBN: 978-88-95962-62-7

Gallico, D; Il perfetto evento _ Lupetti ISBN: 9788883912580

Gallico, D;  Design in-formazione. Rapporto sulla formazione al design in Italia Franco Angeli ISBN: 9788846486134

Borja de Mozota B, Verganti R, Dell’Era C, DESIGN MANAGEMENT. La cultura del progetto al centro della strategia d’impresa. Franco Angeli Editore ISBN 9788846492906

Ulteriori riferimenti bibliografici e link saranno suggeriti durante il corso in base a tesine infdividuali.

MODALITÀ DI ESAME, PREREQUISITI, ESAMI PROPEDEUTICI

Obiettivi della prova e modalità di accertamento dei risultati di apprendimento acquisiti dallo studente

La valutazione avverrà sulla base di un colloquio orale o una prova scritta.

E’ richiesto agli studenti di preparare un elaborato, da svolgere in autonomia, su uno degli argomenti a scelta e secondo una precisa modalità di svolgimento per passaggi successivi. Verranno così valutate le capacità acquisite nel governare le nozioni apprese e nel creare delle connessioni con tutti gli altri insegnamenti del corso di studi sia relativamente agli aspetti progettuali sia in relazione ai corsi del settore.

E’indispensabile la attenta revisione della tesi di progetto in progress, con continuità e anticipo rispetto alla data di Esame.

Parametri di valutazione esame

– Valutazione  tesina critica e dell’apprendimento delle lezioni e bibliografia.

– Coerenza degli elaborati con i temi proposti durante il corso

– Valutazione assimilazione del materiale didattico

Al colloquio il livello di valutazione minimo (18/30) è attribuito quando lo studente dimostra una parziale conoscenza degli argomenti derivante da uno studio non approfondito e una debole capacità di esposizione autonoma.

Il livello di valutazione massimo (30/30) è attribuito quando lo studente dimostra un’eccellente esposizione, ottime capacità di analisi e sintesi unite a buone capacità di rielaborazione personale.

La lode viene attribuita quando il candidato dimostra una assoluta padronanza degli argomenti trattati e la capacità di correlarli in maniera trasversale. Viene altresì valutata capacità di approfondimento autonomo e di rielaborazione personale.

Attraverso la prova (orale o scritta) saranno valutate la padronanza dei temi e degli argomenti teorici trattati durante le lezioni, la proprietà di linguaggio e la conoscenza della terminologia specifica, la capacità di sintesi e di astrazione, la capacità di ricerca e progettazione, nonché le capacità espositive e di rielaborazione critica e personale.

Propedeuticità

Non sono previste propedeuticità.

Prerequisiti

Non sono previsti prerequisiti dello studio di altre materie

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

Attività didattiche previste

Le attività di didattica, suddivise tra didattica erogativa (DE) e didattica interattiva (DI) coprono un minimo di 6 ore per CFU ripartite tra DE e DI. In particolare per ogni CFU saranno offerte almeno 5 ore di DE e 1 ora di DI.

Attività didattica erogativa (40 ore):

lezioni frontali videoregistrate e sempre disponibili in piattaforma

Attività didattica interattiva (8 ore):

n 4 aule virtuali programmate della durata di 2h ciascuna.

esercitazioni con revisione degli elaborati. Eventuali altri strumenti interattivi (forum, chat, web conferences, repository ecc. e-tivities) potranno essere adoperati in relazione a specifici interventi didattici;

Ricevimento studenti

Il docente è sempre reperibile via mail o tramite il forum “Comunica col docente” presente in piattaforma didattica. Nella pagina dell’insegnamento sono disponibili orari di ricevimento e contatto per comunicazioni in videoconferenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.