Obiettivi Formativi

Il corso affronta il tema della innovazione e della qualità nella filiera agroalimentare. declinato in un’accezione ampia, volta a delineare gli strumenti concettuali ed operativi della gestione per la qualità di sistema, di prodotto e di filiera. Il corso, dunque, si svolge lungo due     direttrici principali: l’innovazione nelle         sue       diversificate    forme;  la gestione della  qualità, intesa nelle sue molteplici accezioni.

Entrambe le tematiche – innovazione e qualità – hanno assunto un ruolo nodale nell’attuale scenario economico, caratterizzato da elevata complessità e competitività, e ancor più nel settore agroalimentare. In tale contesto, dunque, innovazione e qualità rappresentano per le imprese strumenti fondamentali per il miglioramento continuo delle proprie performance e per il mantenere e migliorare la capacità di competere Si offre così una panoramica dei Sistemi di Gestione per la Qualità (aziendale, ambientale, per la sicurezza alimentare, etico-sociale, etc) e del ruolo che essi ricoprono nell’organizzazione delle attività del processo di produzione di beni e servizi.. Verranno trattati anche i temi della Tracciabilità e Sicurezza Alimentare, con un focus sulle certificazioni di prodotto e di processo, sui sistemi di etichettatura, anche in un’ottica di sostenibilità ambientale e sociale (LCA, DAP, Doppia Piramide Alimentare/ Ambientale etc ) nonchè sulla filiera agroalimentare, intesa come l’insieme delle organizzazioni e degli operatori con i relativi flussi di materia ed energia che concorrono alla produzione, distribuzione, commercializzazione di un prodotto agroalimentare.

Programma dell’insegnamento

Innovazione nelle filiere agroalimentari. Classificazione delle innovazioni. Approccio Demand pull e Technology push. Il consumatore come motore di innovazione: alimenti funzionali, arricchiti, fortificati, supplementati, nutraceutica, convenience food. Il settore agroalimentare tra commodities e specialties. Sicurezza alimentare: food security e food safety. Il percorso della sicurezza alimentare, qualità e rintracciabilità. HACCP . Gli standard volontari per la qualità e sicurezza nel settore agroalimentare. La Qualità nelle filiere agroalimentari: quadro concettuale e dinamiche evolutive. Evoluzione del concetto di qualità: dal “controllo” alla “gestione”. Qualità e certificazione di prodotto e di processo. Le attività di Normazione, Accreditamento, Certificazione e gli Organismi di riferimento. I Sistemi di Gestione per la Qualità Aziendale (ISO 9001). I Sistemi di Gestione per la Qualità Ambientale (ISO 14001, EMAS). Il percorso della sicurezza alimentare, qualità e rintracciabilità. Gli standard volontari per la qualità e sicurezza nel settore agroalimentare: Sistemi di Gestione per la Sicurezza Alimentare (ISO 22000). Sistemi di Gestione della Rintracciabilità di filiera agroalimentare (ISO 22005), Sistemi di Gestione per la qualità etico-sociale (SA 8000). Gli standard certificativi della Grande Distribuzione Organizzata: BRC (British Retail Consortium), IFS (International Food Standard), GlobalGap. Ecosostenibilità e impatto ambientale della filiera agroalimentare: Life Cycle Assessment (LCA) e Dichiarazione Ambientale di Prodotto, Doppia Piramide alimentare, Food losses and food waste, Carbon Footprint, Water Footprint, Ecological Fooprint.

Organizzazione didattica

Attività didattiche previste

Le attività di didattica, suddivise tra didattica erogativa (DE) e didattica interattiva (DI), saranno costituite da 6 ore per CFU e ripartite secondo una struttura di 2,5 ore di DE (tenuta in considerazione la necessità di riascolto) e di 1 ora di DI per ciascun CFU.

Attività didattica erogativa (14 ore):

Attività didattica interattiva (6 ore):

Sono previsti quiz finalizzati alla valutazione dell’apprendimento dei temi proposti e ne sono esplicitati i principali criteri di valutazione. I quiz prevedono feedback esaustivi per le risposte errate e per le risposte giuste.

 L’articolazione tra DE e DI è organizzata coerentemente con gli obiettivi formativi specifici dell’insegnamento

Attività di autoapprendimento:

Sono previsti test di autovalutazione, quali strumenti di self-assessment, con domande a scelta multipla, per la valutazione delle competenze sviluppate durante il corso. Devono essere svolti in autonomia e non vanno consegnati al docente. Essi rappresentano, peraltro, degli esempi di prova di esame.

Modalità di accertamento dei risultati di apprendimento acquisiti dallo studente

Le conoscenze acquisite verranno verificate attraverso un esame scritto con tre domande aperte oppure a risposta multipla.

Lo studente dopo aver seguito interamente il corso (audio, videolezioni, test di autovalutazione, quiz di didattica interattiva) potrà sostenere l’esame.

Modalità di erogazione del corso: Il corso è organizzato in lezioni suddivise per i principali argomenti.

La preparazione dell’esame prevede che le lezioni siano seguite in modo sequenziale all’interno dei moduli stessi. I contenuti delle slides sono idonei al superamento dell’esame. I  testi consigliati e l’eventuale materiale aggiuntivo fornito sono utili ai fini dell’approfondimento della preparazione per sostenere l’esame di profitto.

Risultati di apprendimento attesi

Conoscenza e capacità di comprensione.

I discenti, al termine del corso, avranno acquisito conoscenza e capacità di comprensione, in un’ottica olistica, delle tematiche collegate all’innovazione ed ai sistemi e strumenti per la Gestione e Certificazione della Qualità, di prodotto, processo e di filiera, che connotano il settore agroalimentare.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione:

Gli studenti acquisiranno la capacità di applicare le conoscenze in tema di Certificazione della Qualità di prodotto, processo e di filiera, nonché di comprendere ed interpretare le caratteristiche differenzianti i prodotti, i processi e le filiere agroalimentari, in un’ottica di qualità multidimensionale e di sistemi di etichettatura.

Autonomia di giudizio:

Gli studenti disporranno di strumenti concettuali idonei a gestire in autonomia e ad impiegare criticamente le competenze acquisite in diversi ambiti professionali, ovvero aziende alimentari, farmaceutiche, nei laboratori di controllo e sperimentazione di tecnologie per nuovi alimenti, nelle aziende di ristorazione, nella ristorazione ospedaliera e nella Sanità pubblica, in un’ottica sinergica con le altre conoscenze apprese durante il percorso di studio.

Abilità comunicative

Gli studenti acquisiranno abilità e competenze specifiche al fine di saper interpretare, comunicare ed interagire, nei differenziati ambiti lavorativi riguardanti il mondo dell’alimentazione e della nutrizione, con riferimento agli aspetti collegati alla qualità, sicurezza e rintracciabilità nell’ambito del settore agroalimentare.

Capacità di apprendimento

Gli studenti avranno conseguito gli strumenti concettuali e le capacità operative idonee ad affrontare criticamente ed in autonomia, attraverso un approccio olistico, le molteplici dimensioni che connotano gli approcci all’innovazione, alla qualità e rintracciabilità nel settore agroalimentare, nonché ad applicarle nello svolgimento nel ventaglio delle variegate attività professionali

Testi consigliati

Proto M., Supino S., Malandrino M., “Sistemi e Strumenti di Gestione per la Qualità. Percorsi evolutivi e approcci manageriali”, Giappichelli Editore, Torino, 2010. ISBN 9788834815595.

Modalità di esame, prerequisiti, esami propedeutici

Modalità di accertamento dei risultati di apprendimento acquisiti dallo studente

Verrà verificata la conoscenza approfondita delle principali caratteristiche della filiera agroalimentare, con particolare riferimento agli aspetti collegati alla qualità ed alle dinamiche innovative.

Modalità di esame

L’esame consisterà in una prova scritta che avrà il compito di verificare l’effettivo raggiungimento dei requisiti di apprendimento attesi. La prova scritta sarà composta da tre domande aperte, oppure a risposta multipla, riconducibili agli argomenti affrontati all’interno del corso.

Eventuali propedeuticità

Non sono previste specifiche propedeuticità.

Prerequisiti e modalità di raccordo con altri insegnamenti

Non sono previsti specifici prerequisiti.

Ricevimento studenti

Il docente sarà sempre reperibile via e-mail o tramite il forum “Comunica col docente” presente in piattaforma didattica. Su richiesta degli studenti, il docente sarà disponibile ad organizzare ulteriori incontri interattivi in videoconferenza in date da concordare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.