Obiettivi formativi

L’insegnamento di Genetica Agraria ha lo scopo di fornire allo studente le conoscenze di base per la comprensione dei principi fondamentali della genetica alla base della trasmissione dei caratteri ereditari, dei meccanismi di controllo genetico delle principali funzioni cellulari, sia animali che vegetali, e delle principali tecniche, sia di tipo tradizionale che biotecnologico, finalizzate al miglioramento genetico delle specie di interesse agrario. Gli obiettivi formativi specifici della disciplina si articolano in:

Conoscere:

Comprendere:

Competenze:

Applicare i principi della selezione e delle metodologie del miglioramento quanti-qualitativo delle produzioni agrarie condotto mediante metodi tradizionali e biotecnologici.

Programma

GENETICA CLASSICA

Genetica mendeliana

Analisi statistica dei dati

Interazioni tra geni e variabilità dell’effetto dei geni

Trasmissione dei caratteri ereditari

Il ciclo cellulare e i processi di divisione cellulare

Principi di mappatura genica

GENETICA MOLECOLARE

Individuazione del materiale ereditario

Replicazione del DNA

Meccanismi di regolazione dell’espressione genica

GENETICA EVOLUTIVA

Variabilità genetica

Genetica di popolazione

Ereditarietà dei caratteri quantitativi

Meccanismi riproduttivi delle specie coltivate

INGEGNERIA GENETICA

Miglioramento genetico vegetale

Biotecnologie applicate al miglioramento genetico delle piante coltivate:

Biotecnologie cellulari

Tecnologie del DNA ricombinante

Ingegneria genetica delle piante

Testi consigliati

Testi di approfondimento

Risultati di apprendimento attesi

Conoscenza e capacità di comprensione

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Autonomia di giudizio

Abilità comunicative

Capacità di apprendimento

 

Modalità di accertamento dei risultati di apprendimento acquisiti dallo studente:

I risultati di apprendimenti sopraelencati potranno essere conseguiti mediante la partecipazione alle lezioni in modalità e-learning, le attività collaborative, lo studio e l’approfondimento individuale. Il docente verifica la partecipazione alle attività didattiche proposte all’interno della piattaforma didattica di Ateneo (videolezioni) e la realizzazione delle attività interattive di approfondimento (scelta di un tema e consegna dell’elaborato). Promuove l’utilizzo dei test di autovalutazione in ingresso ed in uscita dal corso; monitora ed implementa gli interventi all’interno dei Forum dell’Insegnamento. Informa tempestivamente riguardo l’aggiornamento e le scadenze delle attività. Favorisce attività di orientamento e di mentoring durante il periodo di attività dello studente al fine di sostenerne l’esperienza formativa (incontri in presenza e in Aula Virtuale).

Come si svolge l’esame

L’esame finale si svolge in presenza, anche se eventuali attività svolte online possono essere considerate ai fini della valutazione finale. L’esame ha lo scopo di verificare la coerenza tra le conoscenze e le capacità acquisite dal candidato e gli obiettivi specifici previsti dall’insegnamento. L’esame consiste in una prova orale e prevede l’esposizione di un argomento a scelta del candidato e la risposta a domande che spaziano all’interno del programma. Sono inoltre previste attività collaborative che possono essere oggetto di valutazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.