INFORMAZIONI GENERALI

Obiettivi formativi

Attraverso la trattazione delle problematiche fondamentali legate al disegno e alla rappresentazione, il corso intende offrire le competenze per poter correttamente interpretare e disegnare l’esistente nonché supportare il processo ideativo/progettuale in tutte le fasi di definizione grafica. Particolare attenzione è rivolta all’acquisizione dei fondamenti scientifici del disegno, e di tutte le componenti del linguaggio grafico di natura tecnica utili alla definizione dei vari modelli descrittivi trasversalmente applicabili ai diversi ambiti di studio (architettura, disegno industriale, moda ecc.). Intende inoltre fornire le conoscenze necessarie per poter spaziare anche oltre i canoni rappresentativi tradizionali, in un percorso che parte dallo schizzo per pervenire alle tecniche del disegno infografico e alla modellazione digitale. L’insegnamento si svolgerà attraverso lezioni di supporto alle varie fasi di sviluppo del lavoro grafico e assistenza alla sperimentazione di tecniche e metodi di rappresentazione.

Risultati di apprendimento attesi

Al termine del corso lo studente dovrà:

Conoscenza e capacità di comprensione:

Conoscere la strutturazione del linguaggio grafico e dei modelli concettuali ad esso correlati, anche in ambiente digitale (cad); comprendere la corrispondenza tra oggetti tridimensionali e rappresentazioni bidimensionali; saper leggere l’iter grafico-progettuale in tutte le sue fasi di sviluppo, decodificando in maniera appropriata codici e convenzioni. Comprendere la terminologia utilizzata nell’ambito della rappresentazione di tipo analitico-descrittivo del progetto.

Competenze richieste al fine di applicare conoscenza e comprensione:

Saper utilizzare il disegno come veicolo di comunicazione efficace; saper creare schizzi; saper elaborare, secondo le norme convenzionali codificate, modelli grafici del design. Saper creare disegni a più viste con strumenti tradizionali o con l’aiuto di sistemi cad.

Capacità richieste al fine di raccogliere e interpretare i dati ritenuti utili a determinare giudizi autonomi:

Saper scegliere le modalità più adeguate per la comunicazione grafica nel processo di design, determinando e attuando i percorsi di rappresentazione più adeguati in relazione a specifiche tipologie progettuali.

Capacità richieste per comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni:

Mostrare capacità relazionali nell’approccio al lavoro grafico; saper esporre graficamente e oralmente temi legati agli argomenti trattati.

Capacità di apprendimento richieste per intraprendere studi successivi con un alto grado di autonomia:

Saper approfondire le conoscenze acquisite e saper apprendere in modo autonomo i nuovi sviluppi delle stesse nel campo del disegno.

Obiettivi formativi nel contesto dei risultati di apprendimento previsti dal CdS

Il corso prevede l’acquisizione da parte dello studente degli elementi fondamentali del linguaggio grafico, dallo schizzo ai modelli geometrico-descrittivi dello spazio e alle modalità di definizione degli stessi, anche in ambiente infografico, introducendo ai sistemi di progettazione assistita al calcolatore per creare modelli e disegni tecnici. Si pone inoltre come obiettivi formativi la conoscenza e comprensione della normativa specifica di carattere tecnico e la capacità di definire tutti gli aspetti legati alla comunicazione del progetto attraverso idonee rappresentazioni. Le attività proposte parallelamente allo sviluppo degli assunti teorici, sono protese a far acquisire autonomia nella individuazione delle modalità di esplicazione grafica del design nelle sue varie declinazioni, eleggendo le soluzioni appropriate in relazione alle specifiche finalità del disegno.

PROGRAMMA DEL CORSO

Sezione 1 – Il disegno come mezzo di comunicazione:

Il disegno come processo: vedere, immaginare, rappresentare

La rappresentazione grafica di natura tecnica

Gli strumenti per il disegno: dalle tecniche tradizionali al disegno assistito

Il primo livello della comunicazione grafica: lo schizzo

Sezione 2 – Geometria e rappresentazione:

La descrizione della forma. Elementi di geometria proiettiva

Costruzione delle immagini con metodi proiettivi. I metodi classici di rappresentazione della geometria descrittiva:

Proiezioni ortogonali

Assonometria

Prospettiva

Teoria delle ombre

Sezione 3 – Il disegno per il progetto:

Il disegno nel processo di progettazione

Norme e convenzioni grafiche

Le rappresentazioni di progetto

Forme di rappresentazione digitale

Appendice CAD

Testi consigliati

Testi di riferimento:

M. Docci, M. Gaiani, D. Maestri, Scienza del Disegno, Novara: Città Studi Edizioni, 2011

Testi di approfondimento e consultazione:

R. Arnheim, Il pensiero visivo, Torino: Einaudi, 1974

F. D.K. Ching, Drawing. A creative process, New York: Wiley, 1989

G. R. Bertoline, E. Wibe, Fondamenti di comunicazione grafica, Milano: Mc Graw Hill, 2004

B. Munari, Design e comunicazione visiva, Roma-Bari: Laterza, 1999

B. Edwards, Il nuovo Disegnare con la parte destra del cervello, Milano: Longanesi & C. 2009

Ulteriori riferimenti bibliografici potranno essere suggeriti durante il corso, in relazione a specifici argomenti trattati o a particolari necessità di approfondimento.

MODALITÀ DI ESAME, PREREQUISITI, ESAMI PROPEDEUTICI

Obiettivi della prova e modalità di accertamento dei risultati di apprendimento acquisiti dallo studente

Durante il corso è prevista l’erogazione di test di autovalutazione e la redazione di elaborati grafici da consegnare prima dell’esame.

La valutazione avverrà sulla base degli elaborati grafici prodotti e di un colloquio orale e/o una prova scritta.

La realizzazione degli elaborati è rivolta a verificare l’acquisizione di capacità grafiche nella rappresentazione espressiva e tecnica, capacità di elaborazione di disegni tecnici per il design e l’architettura attraverso l’utilizzo dei metodi scientifici di rappresentazione tridimensionale nonché normative e convenzioni grafiche. Inoltre sarà in grado di evidenziare la capacità di scelta, da parte dello studente, delle modalità per la comunicazione grafica del prodotto di design. Attraverso il colloquio e/o la prova scritta sarà invece valutata la conoscenza degli elementi di carattere teorico esposti durante le lezioni, del linguaggio tecnico nonché l’acquisizione delle abilità tecnico-pratiche necessarie allo svolgimento degli elaborati grafici e le capacità espositive. Sarà valutata, in particolare, la padronanza dei temi e degli argomenti trattati, le abilità pratiche acquisite nonché la qualità grafica e la completezza delle esercitazioni svolte.

La valutazione finale terrà conto sia del voto attribuito agli elaborati sia a quello del colloquio e/o della prova scritta.

Il voto attribuito agli elaborati può variare da 18/30 a 30/30 in ragione del livello di accuratezza e completezza della realizzazione e presentazione e del corretto impiego di metodi e tecniche grafiche. Il livello minimo è attribuito in caso di non piena adeguatezza nella traduzione in grafici dei temi proposti. Il livello massimo è invece attribuito in caso di elaborati graficamente ben curati e esplicitino ottime competenze nella traduzione in grafici dei temi proposti.

Al colloquio Il livello di valutazione minimo (18/30) è attribuito quando lo studente dimostra una parziale padronanza nell’applicazione delle conoscenze e dei metodi grafici studiati, e ha una conoscenza limitata ai soli fondamenti basilari dei vari argomenti affrontati.

Il livello di valutazione massimo (30/30) è attribuito quando lo studente dimostra una padronanza completa e approfondita nell’applicazione delle conoscenze teoriche e dei metodi grafici studiati, ed è in grado di risolvere i problemi affrontati pervenendo in modo efficiente e graficamente accurato alla soluzione, mostrando una piena capacità di applicare in pratica i presupposti teorici trattati durante il corso.

In caso di prova scritta, questa consisterà in un test a risposta chiusa composto da 30 domande e si intenderà superata con almeno 18 risposte esatte (18/30). La valutazione massima sarà ottenuta con la risposta esatta a tutti i quesiti (30/30).

La lode viene attribuita quando il candidato dimostra una assoluta padronanza dei contenuti teorici e applicativi, la capacità di correlare i diversi argomenti trattati in maniera trasversale, ed è in grado di presentare anche graficamente gli argomenti con notevole proprietà di linguaggio. Viene altresì valutata l’autonomia di giudizio dimostrata.

Propedeuticità

Non sono previste propedeuticità.

Prerequisiti

Non sono previsti prerequisiti dello studio di altre materie

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

Attività didattiche previste

Le attività di didattica, suddivise tra didattica erogativa (DE) e didattica interattiva (DI) coprono un minimo di 6 ore per CFU ripartite tra DE e DI. In particolare per ogni CFU saranno offerte almeno 5 ore di DE e 1 ora di DI.

Attività didattica erogativa (30 ore):

30 lezioni frontali videoregistrate e sempre disponibili in piattaforma

Attività didattica interattiva (7 ore):

1 aula virtuale programmata della durata di 1h. eventuali ulteriori incontri potranno essere stabiliti durante il corso in relazione a specifici interventi didattici ritenuti necessari.

10 esercitazioni con revisione interattiva degli elaborati (4 h);

3 test in itinere di autovalutazione (2 h);

Eventuali altri strumenti interattivi (forum, chat, web conferences, repository ecc. e-tivities) potranno essere adoperati in relazione a specifici interventi didattici;

Ricevimento studenti

Il docente è sempre reperibile via mail o tramite il forum “Comunica col docente” presente in piattaforma didattica. Nella pagina dell’insegnamento sono disponibili orari di ricevimento e contatto per comunicazioni in videoconferenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.