Obiettivi formativi

Il corso prevede l’acquisizione da parte dello studente di conoscenze di base di estetica filosofica con riferimento alla questione della gastronomia, declinata rispetto ai temi del gusto e della cucina. Questo insegnamento fornisce basi di cultura filosofica ed estetologica necessarie ad elaborare strategie efficaci nei settori dello storytelling, del marketing esperienziale, della narrazione della qualità del cibo sempre più utilizzati dal mondo delle imprese agroalimentari di qualità, piccole, medie e grandi che siano.

Programma

Il corso si compone di cinque moduli. Il primo, introduttivo, presenta in una chiave storico/critica, il rapporto tra filosofia e corporeità e in particolare tra filosofia e cibo. Il secondo presenta la questione dell’estetica gastronomica; il terzo la questione del gusto, evidenziando i motivi storici e teorici di subordinazione epistemologica, etica ed estetica dei sensi minori ai maggiori e all’intelletto; poi illustrando  le potenzialità della valorizzazione del sistema gusto-olfattivo come sapere endocorporeo. Il quarto modulo affronta il rapporto tra gastronomia, questione di genere e esperienza gustativa.  Il quinto modulo   affronta la questione dell’arte in relazione alla cucina. Si darà risposta alla domanda se sipuò considerare la cucina una forma d’arte.

Il programma si compone delle lezioni del docente, più della conoscenza dei seguenti testi:

Testi consigliati

Risultati di apprendimento attesi

Al fine di dimostrare l’effettiva preparazione per le competenzestandard  allo studente si chiede di dimostrare, entro la fine di questo insegnamento, il raggiungimento di conoscenze sui seguenti punti di particolare importanza: 

A) Relazione mente/corpo: capacità di presentare sommariamente la difficile relazione tra pensiero e corporeità nella filosofia occidentale, in riferimento al piacere gastronomico e al gusto.

B) Connessione tra gastronomia ed estetica: capacità di elaborare la relazione storica e teorica tra la storia e il concetto di estetica e la storia e il concetto di gastronomia moderna

C) Percezione multisensoriale del gusto: capacità di argomentare i motivi per cui il gusto non è un senso minore, ma è epistemologicamente connotato e passibile di analisi articolate e differenziate

D) Critica gastronomica: capacità di orientarsi nei concetti di expertise del gusto, con le sue evoluzioni dal mondo moderno al web.

E) Cucina come arte: capacità di articolare una giustificazione teorica e storica alla possibilità di inserire la cucina nel sistema contemporaneo delle arti.

Modalità di accertamento dei risultati di apprendimento acquisiti dallo studente

Quiz a risposta chiusa con 5 domande di ingresso e 5 domande di uscita per ogni modulo.

Come si svolge l’esame

L’esame finale, che accerta l’acquisizione delle conoscenze e delle abilità (ossia l‘acquisizione dei risultati di apprendimento) tramite lo svolgimento di prova orale della durata di circa 20 minuti senza l’aiuto di appunti o libri. Essa consiste in una conversazione con il docente volta a far emergere la capacità di avere appreso le nozioni  presentate nel corso, e di avere raggiunto un livello di comprensione ed elaborazione critica adeguato agli obiettivi dell’insegnamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.