INFORMAZIONI GENERALI

Obiettivi Formativi

Obiettivo del presente insegnamento è quello di fornire allo studente le conoscenze di base sull’organizzazione della materia vivente e sul suo funzionamento, utilizzando un appropriato linguaggio scientifico.

Il corso offre una panoramica esaustiva sulle nozioni della biologia cellulare e molecolare di base per comprendere i fenomeni vitali che avvengono negli organismi più elementari, le cellule, come in quelli più complessi, e cioè l’uomo. Una panoramica sull’istologia è fondamentale per comprendere al meglio l’organizzazione delle cellule negli organismi pluricellulari.

Gli obiettivi specifici di ogni modulo sono:

  1. Organismi viventi: conoscere la struttura e la funzione delle molecole che compongono la materia vivente nonché le caratteristiche degli organismi viventi.
  2. Biologia cellulare: conoscere la struttura e la funzione delle strutture che costituiscono la cellula eucariote.
  3. Ciclo cellulare e genetica: conoscere il ciclo cellulare delle cellule somatiche e germinali, la sintesi proteica, la regolazione dell’espressione genica e le basi della genetica.
  4. Istologia: conoscere struttura e funzioni dei tessuti dell’organismo umano.

Risultati di apprendimento attesi

Conoscenza e capacità di comprensione

Lo studente dovrà conoscere la materia vivente, la biologia cellulare, la genetica, nonché l’istologia umana.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Lo studente dovrà essere in grado di comprendere la struttura e la relativa funzione esistente per ciascun componente o compartimento cellulare.

Abilità di giudizio

Lo studente dovrà essere in grado di identificare le aree di interesse, selezionare le fonti di informazione scientifica e interpretarne i dati. Lo studente confrontare le diverse strutture cellulari in base alla loro funzione e comprenderne i meccanismi di funzionamento.

Abilità di comunicare

Lo studente dovrà dimostrare di aver appreso un linguaggio scientifico appropriato ai fini di una comunicazione corretta e rigorosa.

Capacità di apprendimento

Lo studente dovrà aver acquisito capacità e metodi di apprendimento adeguati per l’aggiornamento e l’innalzamento continuo delle proprie competenze nell’ambito della biologia cellulare e dell’istologia.

PROGRAMMA DEL CORSO

  1. Organismi viventi(1 CFU)Caratteristiche della materia vivente. Glicidi o carboidrati. Lipidi semplici e complessi. Aminoacidi e proteine. Acidi nucleici: DNA e RNA.Biologia: Caratteristiche dei viventi. Teorie evoluzione. Teoria cellulare. Microscopio ottico ed elettronico. BiotecnologieCitologia: Virus e batteriofagi. Cellula procariote. I batteri. Introduzione alla cellula eucariote.Organismi viventi: Riproduzione. Condizioni ambientali. Rapporti tra organismi viventi.
  2. Biologia cellulare(2 CFU)La membrana plasmatica: Struttura. Funzioni.Il citoscheletro: Struttura. Microtubuli. Filamenti intermedi. Microfilamenti. Centrioli e centrosoma. Ciglia e flagelli. Assonema. Le giunzioni cellulari. La matrice extracellulare.Le endomembrane: Reticolo endoplasmatico. Complesso di Golgi. Lisosomi. Perossisomi. Vacuoli. Mitocondri e cloroplasti: Struttura. Funzione. Origine.La cellula vegetale: peculiarità.
  3. Ciclo cellulare e genetica(1 CFU)Nucleo: Struttura. Cromatina e cromosomi. Replicazione del DNA. Ciclo cellulare: mitosi e meiosi. Sintesi proteica. Regolazione dell’espressione genica. Genetica mendeliana. Cariotipo. Mutazioni: genomiche, cromosomiche, geniche.
  4. Istologia(2 CFU)Introduzione ai tessuti. Tessuto epiteliale di rivestimento e ghiandolare. Tessuti connettivi: caratteristiche. Tessuto connettivo propriamente detto: tessuto connettivo fibroso lasso, tessuto connettivo fibroso denso, tessuto elastico, tessuto reticolare, tessuto adiposo. Tessuto connettivo di sostegno: tessuto cartilagineo, tessuto osseo. Tessuto connettivo a funzione trofica: tessuto emolinfopoietico. Tessuto muscolare: striato scheletrico, cardiaco o miocardio, liscio o viscerale. Tessuto nervoso.

Testi consigliati

Il docente consiglia l’integrazione del materiale fornito (videolezioni, slides, esercitazioni) con i seguenti testi, cui il docente può fare riferimento durante le lezioni:  

Fondamenti di Biologia

EdiSES Edizioni Scientifiche ed Universitarie    

Citologia e istologia funzionale

Edizioni EdiErmes

Edizioni diverse o testi universitari analoghi possono sostituire i suddetti testi.


MODALITA’ DI ESAME, PREREQUISITI, ESAMI PROPEDEUTICI

Modalità di accertamento dei risultati di apprendimento acquisiti dallo studente

L’acquisizione dei risultati di apprendimento previsti viene accertata attraverso la verifica del completamento delle attività di autovalutazione presenti alla fine di ogni modulo dell’insegnamento e attraverso la prova di esame.

I test di autovalutazione permettono allo studente di monitorare la propria comprensione degli argomenti somministrati e, nel caso ci siano delle difficoltà, di attivarsi per colmare le lacune o chiedere ulteriori spiegazioni al docente mediante il forum o attraverso le sessioni in aula virtuale.

La valutazione del livello di conoscenze raggiunto avverrà mediante un colloquio orale teso a verificare la conoscenza e la comprensione degli argomenti svolti, nonché la capacità dello studente di orientarsi correttamente nell’ambito degli argomenti trattati nel presente insegnamento, utilizzando un linguaggio scientifico appropriato.

Modalità di esame

All’inizio del colloquio verrà chiesto allo studente un argomento a piacere; in seguito verranno poste domande sugli argomenti trattati nelle altre sezioni in cui è suddiviso il corso. Tutti i contenuti trattati nel presente insegnamento saranno oggetto di valutazione. In particolare le domande saranno almeno 3 sui tre principali argomenti del corso, ovvero la biologia cellulare (moduli 1-2), la genetica (modulo 3) e l’istologia (modulo 4).

 

Propedeuticità

Non sono previste propedeuticità.

Prerequisiti

Non sono richiesti prerequisiti particolari.

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

Modalità di erogazione del corso:

Il corso si articola in 4 moduli, ognuno dei quali comprende videolezioni e attività di didattica interattiva.

È requisito essenziale per preparare al meglio l’esame seguire le lezioni del corso per l’intera durata della registrazione, nella sequenza in cui sono presentate in piattaforma. È inoltre consigliata la consultazione dei libri di testo indicati. Essi costituiscono, infatti un valido ausilio ed approfondimento nella trattazione dei vari argomenti.

Attività didattiche previste

Le attività di didattica, suddivise tra didattica erogativa (DE) e didattica interattiva (DI) coprono un minimo di 6 ore per CFU così ripartite: DE (4 ore) e DI (2 ore).

Attività didattica erogativa (24 ore):  

Attività didattica interattiva (12 ore):

L’articolazione tra DE e DI per ciascuno modulo è ripartita coerentemente con gli obiettivi formativi del modulo stesso. In ogni modulo saranno presenti almeno 1 ora di DE e 1 ora di DI.

Attività di autoapprendimento:

Ricevimento studenti

Il docente è sempre reperibile via mail o tramite il forum “Comunica col docente” presente in piattaforma didattica. Su richiesta degli studenti è disponibile ad organizzare ulteriori incontri interattivi in videoconferenza in data concordata.

PRODUZIONI VEGETALI

INFORMAZIONI GENERALI

Obiettivi Formativi

Scopo del corso è fornire agli studenti la capacità di comprendere quali parametri colturali influenzano le caratteristiche quali-quantitative dei prodotti di origine vegetale. Il corso tratta dei principali gruppi di prodotti che rientrano nella catena alimentare umana come tali o attraverso la produzione di mangimi o foraggi. Particolare attenzione è stata dedicata agli aspetti di interesse nutrizionale e gastronomico.

Nello specifico, per ogni gruppo di prodotti l’obiettivo è

1) conoscere gli aspetti di fisiologia generale caratterizzanti le diverse colture

2) comprendere quali elementi naturali e agronomici maggiormente influenzano la produzione e la sua qualità;

3) saper interpretare le tecniche colturali generalmente adottate e quelle specifiche per le diverse specie, con stima di eventuali ricadute di carattere economico, nutrizionale e di mercato.

4) saper riconoscere principali varietà vegetali di interesse del corso, con le loro caratteristiche peculiari.

3) saper descrivere i momenti e le caratteristiche salienti del ciclo agronomico produttivo e di trasformazione dei prodotti vegetali e l’importanza economica degli stessi.

Risultati di apprendimento attesi

Al termine del corso lo studente dovrà aver acquisito:

Conoscenza e comprensione di:    

Capacità di applicare:  

Abilità di giudizio

Abilità di comunicare:    

Capacità di apprendimento trasversale: 

PROGRAMMA DEL CORSO

MODULO 1: Agronomia generale (1,5 CFU)   

MODULO 2  Introduzione alle coltivazioni erbacee (0,5 CFU)

MODULO 3  Cereali (1 CFU)

MODULO 4  Oleaginose (1 CFU)    

MODULO 5  Leguminose da granella (1 CFU)    

MODULO 6  Colture ortive, industriali e non (1 CFU)

Testi consigliati

Il docente consiglia di utilizzare essenzialmente il materiale fornito nel corso delle videolezioni e in piattaforma, ed eventualmente consultare i seguenti testi, in funzione dell’argomento che si vuole approfondire:

Bonciarelli, F. – COLTIVAZIONI ERBACEE DA PIENO CAMPO. 2001, Edagricole, Bologna. (parte generale, cereali e leguminose)

Remigio Baldoni, Luigi Giardini. COLTIVAZIONI ERBACEE: PIANTE OLEIFERE, DA ZUCCHERO, DA FIBRA, ORTICOLE E  AROMATICHE, 2002 Patron Editore

MODALITA’ DI ESAME, PREREQUISITI, ESAMI PROPEDEUTICI

Modalità di accertamento dei risultati di apprendimento acquisiti dallo studente

L’acquisizione dei risultati di apprendimento previsti viene accertata attraverso la verifica del completamento delle attività di autovalutazione presenti alla fine di ogni modulo dell’insegnamento.

I test di autovalutazione permettono allo studente di monitorare la propria conoscenza e comprensione degli argomenti somministrati e, nel caso ci siano delle difficoltà, di attivarsi per colmare le lacune o chiedere ulteriori spiegazioni al docente che potranno essere fornite attraverso le sessioni di esercitazione in aula virtuale.

La prova d’esame accerterà la conoscenza e la comprensione degli argomenti svolti attraverso domande di tipo teorico e pratico, e la capacità di applicare le conoscenze acquisite attraverso domande in cui viene richiesta la soluzione di problemi. La capacità di comunicazione viene valutata attraverso domande aperte in cui viene richiesta la descrizione dell’intero processo produttivo con proprietà di linguaggio.

Un minimo di un terzo delle domande fanno riferimento a cognizioni di carattere specifico relative a prodotti vegetali di rilevanza industriale e/o gastronomica. Ciò permetterà di valutare l’acquisizione da parte degli studenti di conoscenze e competenze trasversali, propedeutiche agli insegnamenti successivi.

Modalità di esame

L’esame consiste in una prova orale, o a volte scritta, centrata sulla conoscenza delle caratteristiche qualitative delle diverse produzioni vegetali, eventualmente anche trasformati, e degli aspetti che possono influenzarne la resa ( quindi il valore economico e merceologico).  Lo svolgimento riprenderà argomenti trattati nelle lezioni, nelle esercitazioni didattiche interattive e nei quiz di autovalutazione dei moduli.

L’esame avviene tramite colloquio orale e prevede diverse domande di cui una sull’approfondimento di una produzione vegetale tra cereali, leguminose, oleaginose e colture orticole a scelta dello studente. Dopo la presentazione e discussione dell’argomento scelto, l’esame proseguirà con alcune domande sul materiale didattico a disposizione.

L’argomento a scelta può essere presentato accompagnanmdolo da un elaborato scritto (facoltativo) di approfondimento sui uno dei soggetti di cui sopra: nel caso l’elaborato deve essere inviato al docente via email almeno una settimana prima dell’esame per opportuna lettura e valutazione prima dell’esame stesso.

La trattazione della coltura prescelta per l’approfondimento potrà riguardare anche solo un aspetto relativo alla coltura stessa, sviscerato in profondità. essere affrontata utilizzando il materiale didattico a disposizione e attingendo a fonti attendibili e scientificamente valide e validate. Per i contenuti si considerino tematiche inerenti il corso in Produzioni Vegetali e in generale del corso di laurea in Scienze dell’Alimentazione e Gastronomia.

L’elaborato viene valutato al fine di un miglioramento del punteggio finale dell’esame, se questo è già più che adeguato al superamento dell’esame stesso

La valutazione di ogni domanda prende in considerazione non solamente l’esattezza della risposta ma anche la proprietà della nomenclatura usata e la rigorosità del ragionamento seguito in caso di domande su soluzioni di problemi.

Propedeuticità

L’ammissione all’esame è vincolata al superamento dell’esame di Biologia.

Prerequisiti

è richiesta  familiarità con gli elementi di chimica, per cui si consiglia vivamente di avere già seguito il corso di Chimica inorganica e organica e quello di Biochimica e  Chimica degli alimenti.

 

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

Attività didattiche previste

Le attività di didattica, suddivise tra didattica erogativa (DE) e didattica interattiva (DI) coprono un minimo di 6 ore per CFU ripartite in ugual misura tra DE (3 ore) e DI (3 ore).

Attività didattica erogativa (21 ore):    

Attività didattica interattiva (15 ore):

L’articolazione tra DE e DI per ciascuno modulo è ripartita coerentemente con gli obiettivi formativi del modulo stesso. In ogni modulo saranno presenti almeno 1 ora di DE e 1 ora di DI.

Ricevimento studenti

Il docente è sempre reperibile via mail o tramite il forum “Comunica col docente” presente in piattaforma didattica. Su richiesta degli studenti è disponibile ad organizzare ulteriori incontri interattivi in videoconferenza in data concordata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.