Magistrale – Economia e Management della Sanità e dell’Innovazione Tecnologica

ACCESSO

Per l’accesso alla laurea magistrale LM77 indirizzo Economia e Management della Sanità e dell’Innovazione Tecnologica  gli studenti dovranno dimostrare di possedere i requisiti curriculari (laurea triennale o altro titolo di studio equipollente anche conseguito all’estero, riconosciuto idoneo ai sensi delle leggi vigenti) e le competenze necessarie all’accesso che sono definite dal regolamento del corso di studio. In particolare, per l’accesso diretto al Corso di Studio, sono richiesti i seguenti due requisiti curriculari:
A) aver acquisito la laurea in una delle seguenti classi o possedere altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo:
L-14 Scienze dei servizi giuridici
L-15 Scienze del turismo
L-16 Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione
L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale
L-33 Scienze economiche
L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali
L-41 Statistica
ovvero laurea equivalente dei previgenti ordinamenti.
B) aver acquisito complessivamente 48 CFU in discipline di area aziendale, economica, giuridica e matematico-statistica, dei quali almeno 20 CFU in SSD aziendali.
SSD aziendali: SECS-P/07 Economia aziendale, SECS-P/08 Economia e gestione delle imprese, SECS-P/09 Finanza aziendale, SECS-P/10 Organizzazione aziendale, SECS-P/11 Economia degli intermediari finanziari;
SSD economici: SECS-P/01 Economia politica, SECS-P/02 Politica economica, SECS-P/03 Scienza delle finanze, SECS-P/05 Econometria, SECS-P/12 Storia economica;
SSD giuridici: IUS/01 Diritto privato, IUS/04 Diritto commerciale, IUS/05 Diritto dell’economia, IUS/07 Diritto del lavoro, IUS/09 Istituzioni di diritto pubblico, IUS/10 Diritto amministrativo, IUS/12 Diritto tributario, IUS/14 Diritto dell’unione europea;
SSD matematico-statistici: SECS-S/01 Statistica, SECS-S/03 Statistica economica, SECS-S/04 Demografia, SECS-S/06 Metodi Matematici dell’economia e delle scienze attuariali e finanziarie.
E’ inoltre richiesto il possesso di adeguate competenze linguistiche e pertanto almeno 6 CFU di Lingua Inglese, o il livello B1.

Un’apposita Commissione effettuerà una valutazione dei titoli e delibererà se le competenze necessarie siano possedute ai fini dell’iscrizione. Nel caso le competenze siano da recuperare l’Ateneo organizzerà delle attività compensative di recupero che dovranno essere acquisite prima dell’iscrizione al corso di studi.

La verifica delle stesse avverrà tramite un test/colloquio in forma scritta o orale prima dell’iscrizione. In caso di esito positivo lo studente potrà iscriversi al corso di studi

Il richiedente è tenuto a compilare il modulo per l’ammissione al Corso e ad inviarlo al seguente indirizzo di posta elettronica: accessimca@uniroma5.it

Soltanto a valle della conferma del nulla osta da parte della Commissione Accessi, il richiedente potrà richiedere alla Commissione Riconoscimenti (riconoscimentimca@uniroma5.it) l’avvio del procedimento di riconoscimento di esami, attività formative o altre attività, siano cioè in possesso di esperienze professionali e/o studi coerenti con il corso di laurea, compilando il modulo (https://www.uniroma5.it/upload/files/condivisa/modulo-prevalutazione-cfu-2020-2021.pdf)

PRESENTAZIONE DEL CORSO

Il Settore Sanitario rappresenta la terza forza produttiva per contributo al PIL nazionale ed è un potente motore di sviluppo socio-economico ed occupazione.

Tale settore, “protetto” dai cicli economici, è destinato ad aumentare la propria rilevanza globale richiedendo un ingente riassetto organizzativo dell’offerta.

In particolare, le dinamiche evolutive ed il progresso scientifico degli ultimi decenni hanno portato ad una radicale modificazione dell’aspettativa e della qualità della vita della popolazione dei Paesi occidentali.

Secondo i dati OCSE (2019) oltre il 20% della popolazione occidentale è ultra 65-enne; ciò ha incrementato la prevalenza di patologie croniche ed aumentato il rischio per la popolazione di sviluppare poli-patologie e nuove sindromi.

Tale fattispecie ha diverse implicazioni in termini di politiche socio-economiche che coinvolgono la spesa pubblica e privata nel sostentamento del sistema pensionistico, sanitario ed educativo, con molte ripercussioni per la crescita economica dei paesi interessati.

In un quadro generico di scarsità di risorse economiche, tale crisi demografica la sostenibilità economica dei Sistemi Sanitari Nazionali dei Paesi occidentali è sempre più a rischio; da qui si palesa la necessità di rimodulare l’erogazione dei servizi, tenendo in considerazione la sempre crescente pressione al contenimento dei costi con l’esigenza di mantenere standard qualitativi elevati, senza compromettere la possibilità di accesso alle cure.

In tale contesto, alla innovazione digitale si può attribuire il maggiore impatto potenziale sulla Sanità mondiale.

Le nuove tecnologie a supporto dell’assistenza sanitaria (la Telemedicina, i dispositivi indossabili, i Big Data, l’Intelligenza Artificiale, …) stanno cambiando le modalità di erogazione dei servizi, razionalizzando la spesa e migliorando la qualità di vita dei pazienti e dei loro care giver.

A titolo esemplificativo, si pensi all’impatto socio-economico della Telemedicina nell’erogazione di prestazioni diagnostiche o di supporto specialistico emergenziale nelle località lontane dai presidi ospedalieri.

Il cambiamento tecnologico comporta il coinvolgimentodell’intera filiera dell’assistenza sanitaria: dagli erogatori di servizio (ad es. aziende ospedaliere e sanitarie), ai loro fornitori (ad es. industria farmaceutiche ed elettromedicali), ai loro clienti (utenti/pazienti). Si pensi, ad esempio, al cambiamento operativo e manageriale richiesto alle organizzazioni sanitarie nell’utilizzo di sistemi esperti (ad es. wearables) nella gestione domiciliare di pazienti cronici, complessi e con comorbilità.

Affinché, tuttavia, l’innovazione digitale dispieghi le proprie potenzialità è necessario gestire questo cambiamento, che spazia dall’ “amministrazione-digitale”, alla digitalizzazione nei percorsiclinico-sanitari, anche nel contesto della cartella clinica digitale, il cui utilizzo, in epoca di 5G, non può arginarsi a mero strumento di archiviazione del dato.

In tale prospettiva, risulta carente la formazione di figure professionali specificatamente formatesulla gestione delle Organizzazioni Sanitarie “digitalizzate” ed “innovative”.

Inserendosi su queste necessità gestionali del cambiamento, Il corso di laurea magistrale indirizzo Economia e Management della Sanità e dell’Innovazione Tecnologica, si propone di creare le condizioni per facilitare lo sviluppo di professionisti istruiti sulle varie dimensioni della Sanità tradizionale (assistenziale, manageriale, industriale), ma nell’ottica della Sanità 4.0 e dell’Internet of HealthThings (IoHT). L’obiettivo del corso di studi è quello di creare le condizioni per un incontro fra le nuove necessità delle aziende del settore sanitario e l’offerta di lavoro in tale ambito.

Sfruttando la riconosciuta eccellenza del Servizio Sanitario Italiano, il corso di studi mira ad attirare e formare anche studenti provenienti dai Paesi stranieri, fornendo loro le competenze per la gestione efficacie ed efficiente delle organizzazioni sanitarie nei propri sistemi di appartenenza, sviluppandone uno specifico know-how.

Per la intrinseca multidimensionalità della Sanità, il Corso di Laurea Magistrale indirizzo Economia e Management della Sanità e dell’Innovazione Tecnologica è fruibile da una ampia platea di soggetti di varia estrazione e provenienza, e propone un ampio ventaglio di sbocchi professionali qualificanti.

Gli sbocchi occupazionali per i laureati magistrali indirizzo Economia e Management della Sanità e dell’Innovazione Tecnologica, sono costituiti dai ruoli manageriali e consulenziali negli enti internazionali, nelle agenzie specializzate, nelle amministrazioni pubbliche nazionali, centrali e locali, nel privato sociale e non governativo, nelle aziende sanitarie locali, nelle aziende ospedaliere, nelle aziende e nelle organizzazioni che realizzano tecnologie di rilevanza sanitaria, nell’industria farmaceutica, nelle grandi organizzazioni di sviluppo sostenibile, come la Food and Agriculture Organization (FAO), la Banca Mondiale e il Fondo Monetario Internazionale e le banche regionali di sviluppo.

In particolare, i laureati indirizzo Economia e Management della Sanità e dell’Innovazione Tecnologica potranno trovare occupazione:

– come imprenditori e manager nelle aziende sanitarie e dell’indotto industriale e di servizi, di natura pubblica e privata;

– come liberi professionisti (nelle professioni dell’area economica-aziendale);

– nelle attività professionali (di natura dipendente o libero-professionale/consulenziale) come esperti di responsabilità e competenza elevata; in particolar modo nelle funzioni di: amministrazione, gestione, organizzazione aziendale, del lavoro e della produzione, pianificazione finanziaria ed economica, controllo di gestione, auditing e revisione, progettazione e gestione delle reti intra e inter-organizzative, project management, valutazione delle tecnologie innovative, market access del farmaco e dei dispositivi medici.

Ai fini indicati, il corso di laurea magistrale indirizzo Economia e Management della Sanità e dell’Innovazione Tecnologica prevede obbligatoriamente tirocini formativi presso aziende ed organizzazioni economiche, istituzioni pubbliche e private, nazionali, internazionali e sovranazionali.

Il Corso di Studi  magistrale  indirizzo Economia e Management della Sanità e dell’Innovazione Tecnologica è un percorso didattico gestito a distanza attraverso il supporto di Internet che permette di personalizzare tempi e modalità di studio senza i vincoli della presenza in aula. Per l’erogazione della didattica si utilizza una piattaforma e-learning tra le più diffuse a livello internazionale (Moodle) che permette di scegliere un percorso di studi su misura a seconda del carico di lavoro che si è in grado di sostenere e di comunicare direttamente in Aula virtuale o via forum, chat, mail, ecc., con tutor, docenti e con altri studenti del corso.

La Laurea magistrale in Management e Consulenza Aziendale  indirizzo Economia e Management della Sanità e dell’Innovazione Tecnologica dell’Università Telematica San Raffaele Roma è equivalente a quelli tradizionali offerti da altre università italiane.

Requisiti di ammissione

Per essere ammessi al corso di laurea magistrale in “Management e consulenza aziendale  indirizzo Economia e Management della Sanità e dell’Innovazione Tecnologica” occorre essere in possesso di una laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all’estero equipollente, il possesso di requisiti curriculari e il superamento di una verifica dell’adeguatezza della personale preparazione.
Sono richiesti i seguenti due requisiti curriculari:
A) aver acquisito la laurea in una delle seguenti classi o possedere altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo:
ex D.M. 270:
L-14 Scienze dei servizi giuridici
L-15 Scienze del turismo
L-16 Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione
L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale
L-33 Scienze economiche
L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali
L-41 Statistica
ovvero laurea equivalente dei previgenti ordinamenti.

B) aver acquisito complessivamente 48 CFU in discipline di area aziendale, economica, giuridica e matematico-statistica, dei quali almeno 20 CFU in SSD aziendali.
SSD aziendali: SECS-P/07 Economia aziendale, SECS-P/08 Economia e gestione delle imprese, SECS-P/09 Finanza aziendale, SECS-P/10 Organizzazione aziendale, SECS-P/11 Economia degli intermediari finanziari;
SSD economici: SECS-P/01 Economia politica, SECS-P/02 Politica economica, SECS-P/03 Scienza delle finanze, SECS-P/05 Econometria, SECS-P/12 Storia economica;
SSD giuridici: IUS/01 Diritto privato, IUS/04 Diritto commerciale, IUS/05 Diritto dell’economia, IUS/07 Diritto del lavoro, IUS/09 Istituzioni di diritto pubblico, IUS/10 Diritto amministrativo, IUS/12 Diritto tributario, IUS/14 Diritto dell’unione europea;
SSD matematico-statistici: SECS-S/01 Statistica, SECS-S/03 Statistica economica, SECS-S/04 Demografia, SECS-S/06 Metodi Matematici dell’economia e delle scienze attuariali e finanziarie.
E’ inoltre richiesto il possesso di adeguate competenze linguistiche e pertanto almeno 6 CFU di Lingua Inglese, o il livello B1.
L’ammissione al corso di laurea magistrale è subordinata al superamento di una verifica dell’adeguatezza della personale preparazione, le modalità verranno dettagliate nel Regolamento del corso di studio.

Lo studente per potersi interfacciare correttamente con le attività on line dell’Università Telematica San Raffaele Roma deve poter usufruire di:

  • una connessione Internet di tipo ADSL o altre tecnologie che consentano una velocità di connessione simile o superiore;
  • un PC di tipo multimediale, possibilmente dotato di web cam;
  • un browser di recente rilascio.

All’esame di laurea si accede dopo aver sostenuto con esito positivo tutti gli esami degli insegnamenti presenti nel Piano degli Studi. Ciascun esame, per essere superato, può prevedere una prova orale e/o scritta, da svolgere rigorosamente in presenza presso una delle sedi dell’Ateneo. In aggiunta, ciascun docente può prevedere dei momenti didattici valutativi in itinere. Essi possono comprendere ad esempio: la realizzazione di un elaborato, la partecipazione ad un’attività collaborativa, la somministrazione di un test di domande a risposta multipla, ecc.

Le date delle sessioni d’esame  vengono comunicate 30 giorni prima della relativa apertura.  È prevista la possibilità di attuare sessioni straordinarie previa delibera del Corso di Studio, sulla base della valutazione delle eisgenze degli studenti. Per quanto rigurada il conseguimento dell Diploma di Laurea, è prevista una prova che consiste nella discussione di una relazione in una seduta pubblica di fronte ad una commissione di docenti che esprime una valutazione in 110/110

Ogni studente è dotato di username e password per l’accesso alla piattaforma didattica e a tutti i materiali didattici in essa contenuti.
All’interno della piattaforma lo studente trova, per ciascuna materia, uno spazio dedicato alla sua classe virtuale, in cui oltre a una bacheca dove viene dato spazio alle comunicazioni del docente, si trovano le lezioni e i materiali didattici relativi alle singole lezioni del corso oltre alle risorse didattiche integrative (esercizi, ulteriori materiali, ecc..). Inoltre, è disponibile un forum dedicato alla discussione e richieste di chiarimenti, oltre ad alcune sessioni live, ove previste dal docente all’interno del corso.

L’Ateneo ha come piattaforma didattica una personalizzazione di Moodle che è il Learning Managment System (LMS) più diffuso al mondo. Noto soprattutto per la sua ergonomia, Moodle è stato realizzato seguendo la teoria pedagogica del costruttivismo sociale ma risulta molto versatile per la grande quantità di moduli disponibili, altamente personalizzabili grazie alla disponibilità del codice sorgente. Partendo da questa piattaforma, l’Ateneo ha sviluppato una soluzione completa mediante la realizzazione di moduli aggiuntivi, personalizzazioni e integrazioni con altri componenti software, allo scopo di soddisfare appieno le richieste dei docenti e dei coordinatori didattici e di fornire nel contempo servizi connessi di assistenza tecnica (basati su sistemi di troubleticketing).

Richiedi informazioni

Ricevuta l’informativa prevista ai sensi e per gli effetti dell’artt. 13 e 14 del Regolamento UE 679/2016:

Dati Legali

2022 © San Raffaele Business School
Codice Fiscale: 97471900155 – P.IVA: 06367280960
Sede di Roma: via di Val Cannuta, 247 Tel. +39 06 52252552
This site is registered on wpml.org as a development site.